ottimiprodotti.it dedica molte ore alla ricerca e ai test per aiutarti a trovare i prodotti migliori da acquistare. Ogni prodotto viene selezionato in maniera indipendente dal nostro team. Se acquisti qualcosa tramite i link dei nostri contenuti, possiamo guadagnare una piccola commissione.

I migliori telefoni cellulari del 2021

Il 2020 è stato un anno eccezionale sotto molti punti di vista, ma nonostante le difficoltà, c’è un settore che ha continuato a rilasciare prodotti sempre migliori. Si tratta del mercato di telefoni e smartphone, che ha spinto questi dispositivi oltre i loro stessi limiti. Un’altra notizia positiva è che alcuni dei modelli di punta dello scorso anno sono ora disponibili a prezzi più interessanti che mai. L’unico svantaggio in questa sovrabbondanza di telefoni è che trovare il migliore può creare confusione anche per un esperto.

Abbiamo confrontato le prestazioni dei test, le specifiche tecniche e il feedback degli utenti su oltre 150 telefoni, prima di selezionare i nostri cinque modelli preferiti per diversi budget e funzionalità. Che facciate parte del team iOS o Android, smartphone o cellulari vintage, troverete pane per i vostri denti. Poiché sceglierne solo cinque è stato estremamente difficile, abbiamo incluso anche brevi confronti con modelli simili alla fine delle nostre recensioni.

Infine, le specifiche del telefono potrebbero sembrarvi molto complicate. Se le informazioni sui processori, sulle fotocamere e sui tipi di display vi confondono, vi spieghiamo come interpretarle nella guida all’acquisto di seguito.

iPhone 12 Pro Max

iPhone 12 Pro Max

Pro

  • Qualità di foto e video eccellente
  • Durata della batteria eccezionale
  • Design sofisticato e robusto
  • Schermo luminoso e ampio
  • Funzionamento super veloce
  • Compatibile con caricabatterie wireless MagSafe

Contro

  • Molto costoso
  • No schermo da 120 Hz
  • Caricabatterie e cuffie venduti separatamente
  • Troppo grande per essere utilizzato con una sola mano

Recensione

L’Apple iPhone 12 Pro Max è all’altezza della sua fama. La durata della batteria è stata massimizzata, così come le dimensioni dello schermo e le capacità della fotocamera, rendendo questo iPhone il più elegante (e il più costoso) finora disponibile. Potete scegliere tra le versioni da 128 GB, 256 GB e 512 GB. Se vi siete chiesti se questo smartphone con display OLED da 6,7 ​​pollici valga il prezzo, continuate a leggere.

Dotato di un chip A14 Bionic incredibilmente veloce, 6 GB di RAM e connettività 5G, la famiglia di iPhone 12 offre telefoni futuristici, in grado di tenere il passo con gli sviluppi tecnologici dei prossimi anni. Tra questi, il 12 Pro Max ha il display più interessante. Non solo è molto grande, ma anche straordinariamente chiaro, accurato nei colori e facile da leggere anche quando c’è molta luce.

Il telefono è disponibile in quattro eleganti tonalità: argento, grafite, oro e blu. La parte anteriore in ceramica, così come il vetro opaco e l’alloggiamento in acciaio inossidabile con bordi piatti (che ricordano l’iPhone 5), conferiscono a questo modello un aspetto davvero esclusivo, rendendolo senza dubbio la creazione Apple più bella che sia stata rilasciata finora. È anche il cellulare più resistente alle cadute e può essere immerso in acqua fino a 6 metri (a tal proposito, possiede certificazione IP68). Il risvolto della medaglia è che il 12 Pro Max è largo 78 mm, lungo quasi 161 mm e pesa 228 grammi. Questo lo rende troppo pesante per poterlo tenere comodamente in una mano o inserirlo in una tasca di medie dimensioni.

Il pannello della fotocamera supera qualsiasi cosa sia attualmente sul mercato, anche se la concorrenza è agguerrita. Il 12 Pro Max ha un sensore più grande rispetto ai concorrenti; questo consente di scattare foto sorprendenti anche in condizioni di scarsa illuminazione, una cosa che non è mai stata possibile in passato. Inoltre, il sensore LiDAR garantisce una migliore messa a fuoco, il che significa che potrete scattare ritratti sorprendenti anche al crepuscolo. Ci sono tre obiettivi posteriori, vale a dire: 12 MP f/1.6 (principale), 12 MP f/2.4 ultra grandangolare e 12 MP f/2.2 zoom 2,5x. Oltre a questi tre, avrete una fotocamera frontale da 12 MP. Le foto sono nitide e dettagliate, ma il vantaggio principale della fotocamera sono le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione, dove il 12 Pro Max è imbattibile. La funzione Apple ProRAW arriverà in futuro, offrendo nuove possibilità in post-produzione per coloro che sono appassionati di fotografia da smartphone.

Per quanto riguarda i video, il 12 Pro Max supporta la registrazione video 4K fino a 60 fps. Questo smartphone utilizza la stabilizzazione ottica con spostamento del sensore per riprese più fluide, così da gestire in modo eccellente le riprese durante una camminata, o quando scattate una panoramica. L’autofocus è accurato e si sposta facilmente se la distanza del soggetto cambia. Grazie al supporto Dolby Vision HDR, i video appariranno luminosi e ricchi di dettagli anche in condizioni di luce fortemente contrastanti.

Le straordinarie capacità della fotocamera non rallentano nemmeno un po’ il 12 Pro Max. Si tratta, infatti, di uno dei telefoni più veloci e reattivi nei test, sia quando si tratta di modificare e comprimere i video 4K o di godersi giochi con una grafica molto ricca. La durata della batteria è impressionante, con alcuni utenti che riferiscono che il telefono dura oltre 1,5 giorni con una sola carica. Anche con la navigazione continua su 5G, può durare ben oltre 10 ore.

lli di iPhone 12 vengono spediti senza caricabatterie (è incluso solo un cavo Lightning-over-MicroUSB per la ricarica da Macbook). Se acquistate un caricabatterie rapido da 20 W, una batteria quasi scarica potrà essere ricaricata fino al 50% in soli 30 minuti. In alternativa, i caricabatterie MagSafe wireless sono un’altra opzione interessante. Sebbene non siano tra i più veloci, superano di due volte i caricabatterie wireless Qi.

E per quanto riguarda gli svantaggi? Come accennato in precedenza, Apple non include più un caricabatterie (e nemmeno degli auricolari) insieme con i suoi smartphone. Questa viene giustificata come una soluzione più ecologica, perché c’è meno materiale per l’imballaggio. Per ricaricare il telefono è comunque possibile utilizzare gli accessori di un precedente iPhone. Scelta etica o di marketing? Va detto che per caricare la batteria del 12 Pro Max con un vecchio caricabatterie da 5 W potrebbe volerci un bel po’.

Inoltre, il display OLED è eccellente ma non rientra tra i display più all’avanguardia. Ha una frequenza di aggiornamento di 60 Hz, mentre i migliori modelli Samsung attualmente vantano un’esperienza AMOLED a 120 Hz super fluida. Infine, se non avete davvero bisogno di uno schermo da 6,7 pollici, di uno zoom ottico 2,5x e di un sensore più grande per foto in condizioni di scarsa illuminazione, l’iPhone 12 Pro è un’alternativa più economica e compatta rispetto al suo fratello più costoso. Presenta ancora l’accattivante combinazione di chip A14 Bionic e supporto 5G, pur mantenendo la stessa eleganza in un design più compatto da 6,1 pollici.

Il prezzo è ampiamente giustificato soprattutto per i giocatori incalliti, gli amanti del cinema e delle serie tv e gli appassionati di fotografia. Non sono soltanto le specifiche tecniche ad impressionare, ma sono piuttosto le performance eccellenti nella vita di tutti i giorni a far risaltare questo telefono tra i suoi concorrenti. Il 12 Pro Max si guadagna in modo convincente il titolo di miglior cellulare che è possibile acquistare al momento.

Specifiche

  • Memoria: 128/256/512 GB
  • Display: 6.7’’ OLED
  • CPU (processore): A14 Bionic
  • Batteria: 3687 mAh
  • Fotocamera posteriore: 12MP wide (f/1.6), 12MP ultra-wide (f/2.4), 12MP telephoto (f/2.2)
  • Fotocamera frontale: 12MP (f/2.2)
  • Zoom ottico: Sì (2,5x)
  • Max risoluzione video: 4K/60 fps
  • 5G supportato:
  • Dimensioni: 160,8 x 78,1 x 7,4 mm
  • Peso: 228 g

 

Controlla il prezzo


Samsung Galaxy Note 20 Ultra 5G

Samsung Galaxy Note 20 Ultra 5G

Pro

  • Qualità di foto e video eccellente
  • Ottima durata della batteria
  • Design sofisticato e resistente
  • Schermo superbo
  • Funzionamento veloce
  • Compatibile con la stilo S Pen

Contro

  • Molto costoso
  • Troppo grande per essere utilizzato con una sola mano
  • Alcuni utenti trovano il pannello della fotocamera troppo sporgente
  • Display eccessivamente sensibile

Recensione

Se l’iPhone 12 Pro Max è l’attuale modello di punta di Apple, il Galaxy Note 20 Ultra 5G è l’equivalente per la Samsung, con un prezzo molto simile al suo principale concorrente. Con il suo display AMOLED da 6,9 pollici, è ancora più grande e luminoso dell’iPhone 12 Pro Max e la sua compatibilità con S Pen aggiunge sicuramente nuove opportunità per gli utenti. Inoltre, è disponibile con opzioni da 128 GB, 256 GB e 512 GB e include uno slot microSD per espandere lo spazio di memoria fino a 1 TB.

Il Galaxy Note 20 Ultra è un telefono 5G e vanta ben 12 GB di RAM, sebbene il suo processore octa-core Exynos 990 sia leggermente più lento dell’A14 di Apple. Il Samsung compensa con un display sorprendente, che vanta una frequenza di aggiornamento dinamica di 120 Hz, il che si traduce in una risposta fluida e immediata, sia che stiate giocando o semplicemente utilizzando i social media. I colori del display sono sorprendenti, sembrando ancora più sfumati, vibranti e realistici di quelli dell’iPhone 12 Pro Max. A causa dell’elevata frequenza di aggiornamento, i precedenti modelli Samsung della serie 20 soffrivano di una ridotta durata della batteria. Il Galaxy Note 20 Ultra ha risolto questo problema, poiché la frequenza di aggiornamento si regola automaticamente a seconda dell’uso (nessuno ha bisogno di 120 Hz per inviare un messaggio vocale). Inoltre, è possibile impostare il limite a 60 Hz, quando una durata della batteria maggiore diventa essenziale.

Disponibile in due tonalità accattivanti, il Galaxy Note 20 Ultra ha una sofisticata finitura metallica, che maschera bene le impronte digitali. L’opzione di colore Mystic Bronze ricorda leggermente l’oro rosa ed è diventata la preferita dagli utenti, mentre Mystic Black offre un aspetto più classico. Il display ricurvo completa il look elegante. Nonostante lo schermo più grande, il dispositivo è più stretto (164,8 x 77,2 x 8,1 mm) e più leggero (pesa solo 208 g) rispetto all’iPhone 12 Pro Max. Entrambi i dispositivi vantano lo stesso grado di impermeabilità IP68. Uno svantaggio del design Samsung è l’ingombrante fotocamera. Se utilizzato senza custodia, questo telefono oscillerà leggermente quando sarà posizionato su un tavolo. Alcuni utenti si lamentano anche del fatto che i bordi ultra sottili fanno sì che il dispositivo registri anche il tocco non intenzionale. Prestate attenzione quando sollevate e tenete in mano questo modello.

Una delle carte vincenti del Galaxy Note 20 Ultra è la sua S Pen (non esiste ancora un iPhone compatibile con Apple Pencil). La stilo S Pen consente agli utenti di disegnare, evidenziare, aggiungere note e così via. Il tasso di risposta della S Pen è di soli 9 ms; questo dà una sensazione simile alla scrittura su carta. Il telefono è in grado di ritoccare la grafia e può persino sincronizzare le registrazioni vocali con le note, una funzionalità incredibile per gli studenti. Ci sono anche azioni Anywhere, che consentono di disegnare nell’aria comandi specifici, affinché il dispositivo li riconosca ed esegua; tuttavia, molti utenti trovano la funzione un po’ strana.

Seguendo le ultime tendenze, il Galaxy Note 20 Ultra possiede quattro fotocamere. Sul retro, troviamo un’impressionante fotocamera 108 MP f/1.8, una da 12MP f/2.2 ultra grandangolare e un teleobiettivo da 12MP f/3.0, con zoom ottico 5x e zoom digitale 50x. Sulla parte anteriore è presente una fotocamera da 10 MP f/2.2. Questa combinazione batte l’iPhone 12 Pro Max? Beh, dipende da cosa fotografate. I 108 MP offrono più opzioni per ritagliare l’immagine e lo spettacolare zoom ottico 5x è di gran lunga superiore al 2,5x di iPhone. Per quanto riguarda lo zoom digitale, il Galaxy Note 20 Ultra scatta foto sorprendentemente dettagliate a prova di ben 10 ingrandimenti, battendo qualsiasi altra fotocamera per smartphone. D’altra parte, l’iPhone 12 Pro Max offre prestazioni migliori in condizioni di luce difficili e offre ritratti più dettagliati.

Le capacità video dello smartphone Samsung raggiungono il massimo della qualità con la registrazione 8K a 24 fps. Inoltre, questo modello supporta il formato cinema 21: 9. Naturalmente, 8K su un telefono non è nemmeno lontanamente vicino agli 8K su una DSLR, e va detto che la qualità dei filmati è incoerente. Uno dei motivi è che la stabilizzazione Super Steady di Samsung è limitata a 1080p. Se avete la mano molto ferma, potreste ottenere video 4K eccellenti; in caso contrario, attenetevi ad una risoluzione inferiore o prendere in considerazione un altro telefono.

In ogni caso, il Galaxy Note 20 Ultra ha alcuni fantastici extra che compensano l’inconveniente dei video traballanti. A 720p, potrete registrare con 960 fps e creare incredibili video al rallentatore. E la modalità Pro Video consente un controllo dettagliato su esposizione, messa a fuoco e zoom, che sarà apprezzato dai videomaker esperti. Tuttavia, tenete presente che la modifica e l’esportazione dei vostri video ad alta risoluzione sul Samsung richiederà 2-3 volte più tempo rispetto all’iPhone 12 Pro Max. Non è il Galaxy Note 20 Ultra ad essere lento (è uno dei modelli Android più veloci); piuttosto è che il chip A14 dell’iPhone ad essere incredibilmente veloce.

Anche la durata della batteria del Samsung è leggermente inferiore all’iPhone 12. Se limitate la frequenza di aggiornamento a 60 Hz, potrà resistere l’intera giornata anche navigando continuamente col 5G. In caso contrario, potrebbe essere necessario ricaricarlo la sera, cosa che la maggior parte degli utenti farebbe comunque. La buona notizia è che è incluso un caricabatterie da 25 W, in grado di ricaricare la batteria per oltre il 50% in soli 30 minuti. Questo modello supporta anche caricabatterie Qi wireless. Non abbiamo idea del motivo per cui non sia disponibile il supporto per la ricarica da 45 W, poiché alcuni modelli Samsung rilasciati in precedenza hanno questa funzione.

Per concludere, questo è il nostro modello Samsung preferito e uno dei migliori sul mercato al momento. Ha una fotocamera migliore rispetto ai suoi concorrenti Galaxy S20 Ultra (non innamoratevi dello zoom 100x: è mediocre) e Z Fold 2, ed è più comodo da usare. Se non avete davvero bisogno di una fotocamera all’avanguardia, della penna e del display da 120 Hz, vi consigliamo il Galaxy S20, che è un telefono eccellente a un prezzo più conveniente.

Grazie al funzionamento più veloce, alla maggiore durata della batteria e alle migliori prestazioni della fotocamera per le riprese notturne ed i ritratti, l’iPhone 12 Pro Max si trova in un vantaggio piuttosto risicato. Tuttavia, per coloro che hanno bisogno di scrivere, di uno zoom potente o semplicemente preferiscono Android rispetto a iOS, il Galaxy Note 20 Ultra è una scelta imbattibile.

Specifiche

  • Memoria: 128/256/512 GB (+slot per microSD fino a 1 TB)
  • Display: 6.9’’ AMOLED
  • CPU (processore): Exynos 990
  • Batteria: 4500 mAh
  • Fotocamera posteriore: 108MP wide (f/1.8), 12MP ultra-wide (f/2.2), 12MP telephoto (f/3.0)
  • Fotocamera frontale: 10MP (f/2.2)
  • Zoom ottico: Sì (5x)
  • Max risoluzione video: 8K/24 fps
  • 5G supportato:
  • Dimensioni: 164,8 x 77,2 x 8,1 mm
  • Peso: 208 g

 

Controlla il prezzo


Samsung Galaxy S10

Samsung Galaxy S10

Pro

  • Conveniente
  • Buona qualità di foto e video
  • Buona durata della batteria
  • Design sofisticato e resistente
  • Schermo luminoso e ampio
  • Buona velocità operativa
  • Supporta Wireless Power Share
  • Dispone di jack per cuffie da 3,5 mm

Contro

  • 5G non supportato
  • Alcuni utenti trovano che il display sia troppo sensibile
  • Il processore è troppo lento per i giocatori

Recensione

Se i prezzi dei modelli di punta del momento vi fanno rabbrividire, vale la pena considerare gli smartphone top del 2019. Il Samsung Galaxy S10 è un telefono eccezionale e ha molto da offrire anche nel 2020. Se non avete bisogno di 5G, display a 120 Hz e fotocamera di ultima generazione, il Galaxy S10 vi stupirà: è più conveniente che mai e offre un’esperienza di fascia alta a un prezzo di fascia media.

Innanzitutto, il Galaxy S10 è dotato di uno straordinario display AMOLED da 6,1 pollici. Lo schermo ricurvo è quasi privo di cornice, mentre i colori sono sorprendentemente vividi e precisi. Nel 2019, lo schermo dell’S10 è stato elogiato dagli esperti come il migliore in circolazione. E anche nel 2020, con nuovi standard, questo telefono resta un piacere da guardare. È disponibile nelle versioni da 128 GB e 512 GB con uno slot microSD per espandere lo spazio di archiviazione di altri 512 GB. Ci sono anche 8 GB di RAM e processore Exynos 9820. Questa non è la combinazione più veloce (l’iPhone XS con il suo A12 si comporta meglio, per non parlare dei modelli rilasciati quest’anno), ma offre comunque prestazioni molto affidabili.

Anche dal punto di vista del design, il Galaxy S10 è ottimo. I materiali in metallo e vetro combinano sofisticatezza e robustezza; inoltre, il telefono è certificato IP68. Alcuni utenti si lamentano del fatto che la tonalità nera mostri molto le impronte digitali; se questo aspetto potrebbe infastidirvi, sappiate che Samsung offre anche molti altri colori. Lo schermo in vetro ricurvo è elegante, ma proprio come l’S20 Note Ultra già recensito, a volte registra tocchi indesiderati. Le dimensioni di 149,9 x 70,4 x 7,8 mm rendono questo modello comodo da tenere in una sola mano per la maggior parte delle persone, e il jack per cuffie da 3,5 mm è un altro vantaggio rispetto agli ultimi Samsung.

Ci sono tre fotocamere sul pannello posteriore (16-MP f/2.2 ultra-wide, 12-MP f/1.5 – f/2.4 standard, e teleobiettivo 12-MP f/2.4), oltre ad una fotocamera frontale da 10MP f/1.9. Le foto sono nitide e dettagliate, con risultati soddisfacenti anche in condizioni di scarsa illuminazione. I selfie vengono molto bene, ma il suo fratello maggiore S10+ ha due fotocamere anteriori e funziona un po’ meglio.

Per quanto riguarda il video, l’S10 supporta la registrazione 4K a 60 fps. Tuttavia, i migliori risultati si ottengono a 1080p, grazie alla stabilizzazione del video digitale. È possibile anche la registrazione HDR, che funziona bene in condizioni di luce irregolare.

Il Galaxy S10 ha una durata della batteria decente. Anche dopo una giornata di intensa navigazione sul web, giochi e riprese, avrete una riserva di energia per una serata senza stress. E se non lo utilizzate costantemente, l’S10 potrebbe durare anche un giorno e mezzo. Questo modello supporta la ricarica wireless cablata e Qi e ha un’esclusiva funzione Power Share. Consente cioè di rifornire altri dispositivi compatibili con Qi, semplicemente posizionandoli sul telefono. Alcuni utenti adorano questa funzione, mentre altri la trovano non necessaria, poiché è notevolmente più lenta di altre opzioni di ricarica.

Per riassumere, l’S10 è uno smartphone con pochi punti deboli, anche se la famiglia S10 è piuttosto competitiva e altre opzioni della stessa linea potrebbero attrarre di più alcuni utenti. Chi ha le mani piccole probabilmente preferirà il Galaxy S10e, che è anche notevolmente più economico. Tuttavia, questo modello ha un display piatto e una durata della batteria inferiore. D’altra parte, i giocatori e gli amanti del cinema potrebbero optare per il più costoso S10 +, grazie allo schermo più grande da 6,4 pollici e alla batteria ancora più durevole. L’S10+ ha anche due fotocamere frontali, il che si traduce in selfie migliori. Tutti e tre sono telefoni altamente capaci, con l’S10+ che ottiene la medaglia d’oro.

Specifiche

  • Memoria: 128/512 GB (+slot per microSD fino a 1 TB)
  • Display: 6.1’’ AMOLED
  • CPU (processore): Exynos 9820
  • Batteria: 3400 mAh
  • Fotocamera posteriore: 16 MP ultra-wide (f/2.2), 12 MP wide (f/1.5, f/2.4), 12 MP telephoto (f/2.4)
  • Fotocamera frontale: 10 MP (f/1.9)
  • Zoom ottico: Sì (2x)
  • Max risoluzione video: 4K/60 fps
  • 5G supportato: No
  • Dimensioni: 149,9 x 70,4 x 7,8 mm
  • Peso: 157 g

 

Controlla il prezzo


Xiaomi Redmi Note 8 Pro

Xiaomi Redmi Note 8 Pro

Pro

  • Molto conveniente
  • Qualità di foto e video buona
  • Design accattivante
  • Schermo chiaro e ampio
  • Buona velocità operativa
  • Dispone di jack per cuffie da 3,5 mm

Contro

  • 5G non supportato
  • Nessuna protezione IP
  • Alcune delle quattro fotocamere sono mediocri
  • Il processore non è adatto ai giochi pesanti
  • Viene fornito con app preinstallate

Recensione

Il mercato degli smartphone economici è più competitivo che mai e potreste rimanere sorpresi delle funzionalità che si possono ottenere per meno di 200 euro. Lo Xiaomi Redmi Note 8 Pro si adatta comodamente alla mano, ha una fotocamera e una durata della batteria decenti, nonché un processore abbastanza veloce, perfetto per gli utenti non eccessivamente esigenti. Inoltre, costa molto meno degli attuali modelli di punta e vi farà risparmiare un sacco di soldi.

Il display LED da 6,53 pollici con una frequenza di aggiornamento di 60 Hz ci sembra buono ed i colori sono gradevoli anche se mancano di profondità rispetto a schermi più costosi. Il telefono è disponibile nelle versioni da 64 GB e 128 GB, con supporto microSD per archiviazione estendibile. Con il chipset MTK Helio G90T e 6 GB di RAM, non è sicuramente il modello più veloce in circolazione, ma funziona abbastanza bene da soddisfare tutti, tranne i giocatori più esigenti.

Le dimensioni sono pari a 161,4 x 76,4 x 8,8 mm, il che significa che il Redmi Note 8 Pro è troppo grande per essere utilizzato in una sola mano dalla maggior parte degli utenti. Il pannello in vetro e la cornice e gli angoli arrotondati fanno sembrare questo modello più costoso di quello che è. Sulla parte anteriore, è stato inserito il robusto Gorilla Glass 5, ma vale la pena ricordare che, analogamente ad altri telefoni economici, questo modello non ha una classificazione IP per la resistenza all’acqua. Viene fornito con un jack per cuffie da 3.5 mm, che è una buona notizia per gli amanti della musica attenti al budget, poiché l’altoparlante di Xiaomi suona piuttosto piatto anche per gli standard degli smartphone.

L’impressione è che Xiaomi volesse inserire per forza quattro fotocamere posteriori su questo telefono, senza prestare troppa attenzione alla loro utilità. Sul retro, troviamo una fotocamera principale da 64 MPf/1.9, una da 8MP f/2.2 ultra-wide, una da 2 MPf/2.4 wide e infine una da 2MP f/2.4 macro. La fotocamera principale da 64 MP è in realtà sorprendentemente buona per il prezzo dello smartphone. Le foto sono un po’ sovraesposte con cielo molto luminoso, e sgranate in condizioni di scarsa illuminazione (nonostante la modalità notturna), ma in condizioni di luce normali le immagini sono luminose e dettagliate.

L’obiettivo ultra-grandangolare da 8 MP provoca un po’ di distorsione vicino ai bordi, ma l’effetto si riduce con la luce diurna. Le altre due fotocamere sono così così. Xiaomi avrebbe fatto meglio ad investire in modalità HDR e notturne migliori per la fotocamera principale, invece di strafare con quattro opzioni. Sulla parte anteriore, troviamo una fotocamera da 20 MP f/2.0, che offre selfie decenti. Riassumendo, questo telefono ha due fotocamere che funzionano bene, e che gli valgono una menzione tra i migliori smartphone in fascia economica. Per quanto riguarda i video, il Redmi Note 8 Pro può girare in 4K a 30 fps, ma la stabilizzazione è disponibile solo a 1080p. Non c’è niente di eccezionale nelle capacità video di Xiaomi, ma il contenuto va bene per i social media.

Non consigliamo invece il Redmi Note 8 Pro ai giocatori esperti, ma la sua velocità è soddisfacente per altri scopi. La batteria da 4500 mAh è nella media. A meno che non ne abusiate, sarà sufficiente per l’intera giornata. Questo modello è dotato di un caricabatterie rapido da 18 W, che ricarica al 50% in 45 minuti, mentre la ricarica completa richiede circa un’ora e mezza.

Lo Xiaomi Redmi Note 8 Pro non è perfetto, ma offre una serie di funzionalità convincenti per il suo prezzo. Uno dei punti deboli sono le app preinstallate Xiaomi, che vi consigliamo di rimuovere. Tuttavia, per coloro che non hanno bisogno di una fotocamera o di prestazioni di gioco eccellenti, questo è un ottimo telefono economico. Se avete un budget un po’ più alto, Xiaomi Redmi Note 9 Pro ha una fotocamera leggermente più performante, una batteria più grande e un processore più veloce. Allo stesso tempo, non solo è più costoso, ma è anche meno comodo da tenere in mano (lo schermo è ancora più grande) e ha un pannello di plastica dall’aspetto meno resistente.

Specifiche

  • Memoria: 64/128 GB (+slot per microSD)
  • Display: 6.3’’ IPS LCD
  • CPU (processore): Mediatek Helio G90T
  • Batteria: 4500 mAh
  • Fotocamera posteriore: 64 MP wide (f/1.9), 8 MP ultra-wide (f/2.2), 2 MP depth (f/2.4), 2 MP macro (f/2.4)
  • Fotocamera frontale: 20 MP wide (f/2.0)
  • Zoom ottico: No
  • Max risoluzione video: 4K/30 fps
  • 5G supportato: No
  • Dimensioni: 161,4 x 76,4 x 8,8 mm
  • Peso: 200 g

 

Controlla il prezzo


Nokia 105

Nokia 105

Pro

  • Prezzo molto conveniente
  • Ottima durata della batteria
  • Design ergonomico e robusto
  • Tasti separati per digitazione più facile
  • Dispone di torcia, sveglia e radio FM

Contro

  • Mancano Bluetooth, Internet e fotocamera
  • Alcuni utenti trovano la custodia scivolosa e i tasti troppo piccoli
  • Meno resistente rispetto ai modelli Nokia degli anni ’90

Recensione

Se siete stufi della batteria che si scarica costantemente, delle notifiche continue o desiderate semplicemente un telefono affidabile per chiamate e messaggi, il Nokia 105 fa al caso vostro. Possiede solo il necessario, pur conservando abbastanza funzioni divertenti (ad esempio, il classico “snake”). È perfetto per chi vuole staccare la spina e concentrarsi sul lavoro o sullo studio, oltre ad essere un dispositivo eccellente per utenti senior.

Il Nokia 105 ha un display a colori da 1,8 pollici. Si tratta di un telefono dual sim con 4 MB di memoria integrata, che è sufficiente per circa 2000 contatti e 500 messaggi di testo. Il design ergonomico rende il telefono molto comodo (misura 119 x 49,2 x 14,4 mm) ed ha ricevuto l’IF design award. Inoltre, il telefono è resistente ai graffi e alle cadute occasionali. I pulsanti sono separati per una digitazione più facile, ma alcuni utenti segnalano che sono troppo stretti per le dita grandi.

Sebbene questo telefono sia progettato principalmente per chiamate e messaggi di testo, possiede alcune funzionalità extra. Troviamo una sveglia, una torcia elettrica, una radio FM e persino alcuni giochi. Il leggendario snake è già installato, mentre altri giochi possono essere acquistati per pochi euro. Il Nokia 105 ha anche un jack per cuffie da 3,5 mm; tuttavia, non supporta il Bluetooth per la connessione a dispositivi wireless. Non lo riteniamo un grave inconveniente, considerando quanto è basso il prezzo. Va detto che alcuni venditori pubblicizzano questo modello con delle specifiche fuorvianti. Il Nokia 105 non ha né Internet, né fotocamera. Considerato che le fotocamere di questo tipo di cellulari di solito sono abbastanza mediocri, non è una grossa perdita.

Si dice che la batteria sopravviva a più di 14 ore di conversazione e fino a 25 giorni in modalità standby. Ma a giudicare dalle recensioni, questa stima sembra eccessiva: gli utenti più attivi ammettono di dover caricare il proprio Nokia una volta alla settimana. Con un uso occasionale, questo telefono può sopravvivere fino a due settimane. Il caricatore micro USB è incluso nella confezione.

Per quanto riguarda i suoi punti deboli, alcuni utenti non amano il design oblungo e lo trovano scivoloso. Questo, unito ai tasti piccoli, indica che il telefono potrebbe essere scomodo da usare per le persone anziane, soprattutto se hanno difficoltà motorie o di coordinazione. Ci sono stati anche reclami da parte di utenti che hanno ricevuto la versione per il mercato britannico senza la lingua italiana, ma si tratta di pochi casi. Alcuni utenti riportano anche che questo modello non è indistruttibile come i Nokia prodotti negli anni ’90. Quando viene lasciato cadere, il Nokia 105 a volte si spegne. Tuttavia, per un telefono sotto i 30 euro, si comporta in modo straordinario e servirà in modo impeccabile chi non ama gli smartphone.

Specifiche

  • Memoria: 4 MB
  • Display: 1.8’’ TFT LCD
  • CPU (processore): Single-core
  • Batteria: 800 mAh
  • Fotocamera posteriore: N/A
  • Fotocamera frontale: N/A
  • Zoom ottico: N/A
  • Max risoluzione video: N/A
  • 5G supportato: No
  • Dimensioni: 119 x 49,2 x 14,4 mm
  • Peso: 74 g

 

Controlla il prezzo


Guida definitiva all’acquisto di un telefono cellulare

telefoni

Se mettere a confronto vari modelli di telefoni vi fa girare la testa, questa guida è per voi. Dopo aver letto questa sezione, conoscerete le differenze tra i diversi tipi di cellulari, i sistemi operativi e le fotocamere. Spiegheremo anche tutti quei termini apparentemente senza senso, da AMOLED a Qi. In questo modo, sarete in grado di valutare quali funzioni sono importanti e quali no.

Alcune persone sostengono che le specifiche tecniche degli smartphone siano poco importanti, al contrario delle prestazioni. In parte è vero, e nelle nostre recensioni ci sforziamo sempre di spiegare in che modo quelle cifre si traducano in esperienze nella vita reale. Tuttavia, comprendere le specifiche e le caratteristiche tecniche vi aiuterà a restringere le opzioni e a sentirvi più sicuri del vostro acquisto.

Tipologie di telefoni cellulari

I telefoni cellulari possono essere raggruppati in due grandi categorie: basici e smartphone. Gli smartphone non hanno bisogno di presentazioni: abili come computer in miniatura, questi dispositivi hanno cambiato la comunicazione e consentono di fare qualsiasi cosa, dal controllare la posta elettronica a modificare video 4K. Tuttavia, sono notevolmente più costosi dei telefoni basic e la maggior parte dei modelli richiede almeno una ricarica al giorno.

I telefoni basici sono i classici modelli degli anni ’90 che ricordiamo con affetto. L’obiettivo di questi telefoni minimalisti sono le chiamate vocali ed i messaggi di testo. I modelli migliori possono anche fornire funzionalità extra, browser internet o addirittura una fotocamera, ma non possono competere con gli smartphone. D’altra parte, sono semplici da usare e spiccano per robustezza e durata della batteria. I cellulari basici sono spesso i preferiti dalle persone anziane e da coloro che non amano le notifiche delle app. Questa tipologia è utile in situazioni in cui è difficile ricaricare spesso il telefono, come nei viaggi di più giorni.

Android vs iOS

La maggior parte di voi probabilmente sa già cosa sceglierebbe tra un cellulare vecchio stile o uno smartphone, ma la scelta del sistema operativo potrebbe essere più difficile. Attualmente, le opzioni principali sono iOS (utilizzato da Apple) o Android (utilizzato da quasi tutti gli altri produttori di smartphone). Entrambe le piattaforme offrono un’eccellente user-experience, ma differiscono sotto alcuni aspetti chiave.

  • Esperienze precedenti: le persone tendono ad abituarsi al telefono che utilizzano. Talvolta, anche passare da un produttore che utilizza Android ad un altro può creare confusione, poiché ognuno ha la sua propria versione. Se avete sempre utilizzato lo stesso sistema operativo, potreste trovare fastidioso cambiare, sia che il passaggio sia da Android a iOS o viceversa.
  • Prezzo: si possono trovare facilmente modelli Android in ogni fascia di prezzo. Dagli smartphone innovativi come il Samsung Galaxy Z Fold 2 pieghevole, passando per i modelli economici di produttori come Motorola, Huawei o Xiaomi, ci sono cellulari Android per ogni budget. Detto questo, non ci sono molte opzioni economiche per gli iPhone. Se il prezzo è tra i vostri fattori decisionali chiave, Android offre innegabilmente più scelta.
  • Sicurezza: poiché iOs è sviluppato da Apple stessa, gli iPhone vengono aggiornati regolarmente e costantemente. Potreste non preoccuparvi affatto di avere l’ultima versione del software sul vostro dispositivo; tuttavia, le patch di sicurezza proteggono da possibili attacchi, ed è bene che siano installate tempestivamente.

Inoltre, gli iPhone continuano a ricevere aggiornamenti anche dopo cinque o più anni dal loro rilascio. La maggior parte dei telefoni Android li riceve solo per i 2 o 3 anni successivi, e non tutti i dispositivi Android vengono aggiornati altrettanto velocemente, poiché questo dipende dal produttore e alcuni sono notoriamente lenti. Se preferite Android, ma desiderate che il vostro telefono sia sempre aggiornato con le più recenti funzionalità, la scommessa più sicura è la gamma Pixel di Google o un modello con Android One (ad esempio, Nokia o Motorola).

  • App: questo aspetto è più complicato di quanto sembri, poiché ci sono più app per Android che per iOS. Tuttavia, Apple ha un controllo più stretto sulle sue app e molti esperti concordano sul fatto che le versioni iOS superano le controparti Android. Inoltre, i migliori giochi per dispositivi mobili di solito sono disponibili prima su iOs. Alcuni utenti preferiscono Android perché è facile trovare le app o scaricarle anche da app store alternativi. Questa pratica, però, può esporre il dispositivo a malware, quindi, la sconsigliamo fortemente.
  • Bloatware: il termine è utilizzato in riferimento alle app preinstallate sul telefono. Di solito, tali app sono innocue e non necessarie, ma occupano memoria preziosa e la RAM del telefono. Le app bloatware possono essere disinstallate dal produttore, pertanto consigliamo di acquistare un telefono già sbloccato. È possibile trovare bloatware preinstallate dal produttore soprattutto se l’azienda è affiliata a sponsor; Apple non taglia i costi in questo modo e di conseguenza i suoi telefoni sono più costosi (ma senza sponsor). Per quanto riguarda Android, la situazione varia notevolmente, poiché ogni produttore può modificare la propria versione a suo piacimento. I telefoni prodotti da Pixel, Motorola e OnePlus sono abbastanza “puliti”. Quelli di Xiaomi, LG, HTC, Samsung possono avere molte app già prima di aprire Google Play. Detto questo, non tutti gli utenti trovano fastidiose le app preinstallate, e molto spesso è possibile disinstallarle.
  • Funzionalità e accessori: sebbene i telefoni Apple siano piuttosto ricchi di innovazioni, semplicemente non riescono a stare al passo con Android. Se siete amanti della tecnologia, troverete sicuramente un modello Android che vi farà felici. Android offre anche più opzioni per personalizzare lo schermo. Con un iPhone, dovrete attenervi al gusto di Apple. D’altra parte, molti utenti trovano l’interfaccia di iOS più semplice e intuitiva. E nessun marchio raggiunge Apple quando si tratta della sua gamma di accessori compatibili quali custodie, protezioni per lo schermo o supporti per auto.

Il dilemma del 5G

5G o non 5G: questa è la domanda che molti consumatori si pongono attualmente. La sigla 5G indica la rete mobile di quinta generazione, successiva a 1G, 2G, 3G e 4G. Ciascuna di queste ha cambiato radicalmente il modo in cui comunichiamo e il 5G, senza dubbio, farà lo stesso. Basti pensare che può superare di dieci volte la velocità massima del 4G e, grazie al suo tasso di latenza quasi a zero, la comunicazione in tempo reale sarà presto realtà.

Allo stesso tempo, l’attuazione pratica della nuova rete richiederà tempo. A causa della sua natura a corto raggio, sarà prima necessaria una nuova infrastruttura di trasmettitori ogni poche centinaia di metri. Mentre le reti 5G stanno crescendo nelle aree più popolate, al di fuori delle grandi città, è probabile che il 4G rimanga la tecnologia leader per un po’ di tempo. Inoltre, anche se l’infrastruttura 5G è a posto, la domanda successiva è se il vostro operatore la supporterà.

Pertanto, la risposta alla domanda iniziale è che acquistare un telefono 5G ha senso, ma dipende da dove vivete e se la vostra area ha adottato la nuova rete. Per ora, non ci sono ancora app killer 5G e probabilmente passeranno anni (o lo stesso ciclo di vita di un telefono) prima che questa tecnologia diventi parte integrante delle nostre vite. D’altra parte, se vivete in ​​una grande città in cui la rete si è diffusa rapidamente, acquistare un cellulare 5G è un buon investimento per il futuro.

Memoria e prestazioni

Dopo aver scelto il sistema operativo e le capacità di rete del vostro prossimo telefono, è fondamentale assicurarsi che abbia una memoria interna sufficiente. Se amate filmare video 4K, scattare un sacco di foto o giocare a giochi con grafica dettagliata, potrebbe valere la pena pagare un extra per una memoria maggiore. Alcuni telefoni Android hanno una memoria espandibile con uno slot per una scheda SD aggiuntiva. Se esaurite lo spazio, potrete anche noleggiare servizi di cloud storage come iCloud o Google Foto.

Gli utenti più esigenti avranno bisogno non solo di molto spazio di archiviazione, ma anche di prestazioni potenti per gestire tutte le attività velocemente. Queste ultime dipendono principalmente da due cose: il processore e la RAM. Sebbene alcuni ritengano che un processore veloce sia importante solamente per i giocatori, uno scadente può influire anche sull’esperienza dell’utente medio. I problemi più comuni sono il surriscaldamento, il ritardo e la scarsa durata della batteria.

Tutti i cellulari hanno una GPU (unità di elaborazione grafica) specifica, integrata nel chip stesso. Il chipset è cruciale quando si tratta di giochi per smartphone: i processori Apple sono generalmente considerati i più veloci. L’A13 Bionic Apple è stato il leader del settore lo scorso anno e l’A14 Bionic rilasciato di recente (che si trova sulla linea iPhone 12) è ancora più veloce. Nel mondo Android, il processore più veloce è Snapdragon 865 Plus, seguito da Snapdragon 865. Anche MediaTek Dimensity 1000+ e Exynos 990 sono tra i processori più veloci sul mercato e offrono prestazioni eccellenti quando si tratta di giochi.

ram

L’ultimo pezzo del puzzle che influenza la velocità del telefono è la RAM (Random Access Memory). La RAM consente di memorizzare le informazioni di cui il vostro telefono ha bisogno e di accedervi immediatamente. Una volta esaurita la RAM libera, il telefono rallenta o smette di rispondere. Attualmente ci sono modelli con anche 12 GB di RAM; tuttavia, un valore maggiore non sempre indica che un telefono è migliore. Gli iPhone hanno una RAM notevolmente inferiore rispetto alla maggior parte delle loro controparti Android, ma questo non li rallenta neanche un po’ nei test di velocità. Anche l’efficienza con cui viene utilizzata la RAM è importante, proprio come la velocità del processore. Se preferite Android, scegliete tra i 4 e gli 8 GB di RAM, anche se un processore di alta qualità dovrebbe essere la vostra prima priorità.

Schermo

La qualità dello schermo è un altro parametro fondamentale per una buona user-experience. Gli schermi migliori sono più costosi, ma vantano colori più accurati, maggiore visibilità in condizioni di luce intensa e sono più battery-friendly. Ecco i tipi di schermo più comuni usati negli smartphone:

  • TFT LCD: sta per display a cristalli liquidi a transistor ed è il tipo più comune di schermo utilizzato sui dispositivi mobili. Questi schermi sono economici da produrre e vengono spesso utilizzati su modelli di fascia medio-bassa. Gli svantaggi degli LCD TFT sono la visuale ristretta, la scarsa visibilità alla luce del sole e l’elevato consumo energetico, che influiscono sulla durata della batteria.
  • LCD IPS: è l’acronimo di in-plane switching liquid-crystal display. Sono solitamente più costosi da produrre rispetto alla tecnologia TFT; tuttavia, offrono una visione più ampia e un consumo energetico inferiore.
  • OLED: questa sigla si riferisce al diodo organico a emissione di luce. Tali schermi possiedono un film sottile posizionato tra due conduttori. Si trovano su molti smartphone di fascia alta e garantiscono un’eccezionale riproduzione dei colori, tempi di risposta migliori e angoli di visualizzazione più ampi rispetto agli LCD.
  • AMOLED: si traduce come diodo organico a emissione di luce a matrice attiva e, come suggerisce il nome, si tratta dell’evoluzione del display OLED. Entrambe le tipologie sono eccellenti; tuttavia, AMOLED ha un consumo energetico inferiore e offre tonalità ancora più ricche e contrasto più elevato. I display AMOLED più avanzati sono prodotti da Samsung e vengono chiamati Super AMOLED. Utilizzati sui modelli di punta di Samsung (incluse le line-up Galaxy S20, Note20 e Z Flip), questi sono i display più accattivanti attualmente sul mercato.

Un’altra specifica importante da considerare quando si confrontano i modelli è la frequenza di aggiornamento del display. Misurato in Hertz (Hz), questo valore indica quante volte il display si aggiorna in un secondo. Ad esempio, una frequenza di 60 Hz significa che lo schermo viene aggiornato 60 volte al secondo. Fino a poco tempo fa, quelli a 60 Hz erano i migliori display per un telefono cellulare, ma ora sono disponibili dispositivi che vantano 90 e persino 120 Hz. Un tasso più alto significa che i movimenti sullo schermo appariranno più fluidi e realistici.

Anche se questo non è molto importante quando leggete le e-mail o controllate Facebook, una risposta più rapida del display renderà i giochi più divertenti. D’altra parte, una frequenza di aggiornamento più elevata richiede un processore veloce e una batteria solida per stare al passo. Se questi tre elementi non sono bilanciati correttamente, la frustrazione dell’utente sarà inevitabile; quindi, non acquistate un telefono solo in base alla frequenza di aggiornamento.

Progettazione e qualità costruttiva

Il design di uno smartphone è soggettivo. Se vi interessa una buona qualità costruttiva abbinata all’estetica, è meglio cercare un modello in metallo o vetro (o una combinazione di entrambi). Per coloro che cercano un telefono economico, potrebbe valere la pena prendere in considerazione un modello in plastica, poiché il prezzo sarà inferiore. Alcune persone preferiscono linee più arrotondate e un design sinuoso, mentre altre cercano un look più robusto, con linee squadrate. Tuttavia, la considerazione più importante da fare quando si tratta di scegliere un nuovo telefono è sicuramente la dimensione dello schermo.

Una volta, i modelli da 5,5 pollici erano i più popolari. Sono comodi da tenere in una mano e possono essere inseriti in una tasca di dimensioni medie. Offrono un’esperienza visiva inferiore rispetto agli schermi più grandi, ma sono più pratici. Se guardate video in streaming, film, o amate modificare foto o video, un display per smartphone che va da 5,5 a 6 pollici è perfetto. Tuttavia, le persone con mani più piccole potrebbero trovarli scomodi, mentre i giocatori esperti o gli amanti del cinema potrebbero desiderare uno schermo ancora più grande.

Qualunque cosa al di sopra di 6 pollici viene anche chiamata phablet, termine che indica un ibrido tra telefono e tablet. Tali modelli sono eccellenti per l’intrattenimento e la loro popolarità è in ascesa. Tuttavia, a causa delle loro dimensioni e del loro peso, alcuni utenti potrebbero non trovarli pratici. Infine, ora esistono telefoni pieghevoli con schermi giganteschi. Ad esempio, il Samsung Galaxy Z Fold 2 ha un display da 7,6 pollici. Considerando il rapporto prezzo/prestazioni, è poco più indietro rispetto ai phablet Samsung di punta, ma non si può negare che i telefoni pieghevoli abbiano un potenziale immenso.

Durata e resistenza

Il design di un telefono è inevitabilmente legato alla sua durata. Se avete le famose dita di burro, procuratevi una custodia protettiva di alta qualità. E se prevedete di utilizzare il telefono all’aperto (come fa la maggior parte delle persone, del resto), consigliamo di optare per un modello impermeabile.

Potete controllare l’impermeabilità di un cellulare verificando il suo grado di protezione IP. IP sta per Ingress Protection e i migliori cellulari attualmente sono IP67 o IP68. Il primo numero indica la protezione contro le particelle solide, ad esempio la polvere. Questo valore è valutato da 0 a 6, con 6 che significa che l’articolo è completamente a prova di polvere.

Il secondo numero indica la protezione dall’umidità ed è misurato da 0 a 9. Il valore 7 significa che il prodotto può essere immerso fino a 30 minuti a profondità da 0,15 a 1,0 m. La valutazione 8 indica una protezione ulteriore, ovvero che l’articolo può essere immerso a profondità ancora maggiori (il limite è solitamente specificato dal produttore). Se un telefono non ha una classificazione IP, non vi è alcuna garanzia che sopravvivrà all’acqua. In alcuni casi, anche una forte pioggia potrebbe danneggiarlo.

Fotocamera

Al giorno d’oggi, sempre più persone si affidano ai propri smartphone per catturare momenti importanti, piuttosto che scattare con una macchina fotografica. Poiché la maggior parte dei telefoni non ne possiede soltanto una, ma ha diverse fotocamere, trovare il modello giusto è diventato ancora più complicato. Ecco gli elementi essenziali da considerare per trovare il miglior telefono con fotocamera.

Lenti

Le varie fotocamere del telefono svolgono la stessa funzione degli obiettivi intercambiabili su una macchina fotografica. Consentono cioè di utilizzare diverse lunghezze focali per ottenere l’effetto creativo desiderato. Sebbene le specifiche esatte differiscano per ogni modello, ecco gli obiettivi più comuni che si possono trovare sulle fotocamere degli smartphone:

  • Grandangolo (Wide-angle): questo è la l’obiettivo principale. La lunghezza focale è solitamente equivalente a circa 26-28 mm, che è una misura discreta per la maggior parte degli scenari. Si tratta dunque di un obiettivo tuttofare.
  • Ultra wide-angle: questo obiettivo include un campo visivo maggiore nell’immagine, rendendolo utile per paesaggi e foto di gruppo. La lunghezza focale arriva fino a 16 mm.
  • Teleobiettivo: viene utilizzato per ingrandire oggetti lontani (senza dover fare affidamento su uno zoom digitale scadente). La maggior parte dei teleobiettivi degli smartphone offre uno zoom ottico da 2x a 3x.
  • Macro: se siete interessati a realizzare primi piani di fiori, insetti o altri piccoli oggetti, questo diventerà il vostro obiettivo preferito. Può funzionare con distanze di messa a fuoco molto brevi ed acquisire immagini nitide di soggetti molto piccoli. Alcuni modelli di smartphone non hanno un obiettivo macro separato, ma a questo scopo è possibile utilizzare anche uno degli altri obiettivi.
  • Sensore di profondità: questa fotocamera non scatta foto, ma viene utilizzata per creare la sfocatura di uno sfondo (effetto bokeh) quando si scattano ritratti con la fotocamera principale. Fondamentalmente, assicura che il soggetto sia a fuoco, mentre lo sfondo apparirà sfocato. Non tutti gli smartphone hanno un sensore di profondità; alcuni usano il teleobiettivo per ottenere questo effetto, altri si affidano al software.

Dopo aver letto questo elenco, potreste pensare che più obiettivi si traducano in una fotocamera migliore, ma non è del tutto vero. Molto spesso, solo una o due funzionano correttamente, mentre il resto è per lo più decorativo e serve ad invogliare gli utenti all’acquisto.

Megapixel

Questa è un’altra specifica in cui un valore maggiore sembra indicare una fotocamera migliore in teoria, ma non in pratica. Una fotocamera da 12 MP o 16 MP funzionerà senza dubbio meglio di una da 5 MP, ma con cifre più alte (sopra i 48 MP), le cose si complicano. Questo perché molte fotocamere usano il pixel binning, ovvero combinano le informazioni dei pixel adiacenti tra loro in un sensore per creare un singolo pixel. La nostra raccomandazione? Assicuratevi che la fotocamera del telefono abbia almeno 12 MP. Questo valore di solito è sufficiente per scattare buone fotografie.

Apertura

I telefoni più costosi hanno obiettivi con aperture più ampie rispetto alle loro controparti più economiche. Potete confrontarle controllando il numero accanto alla f nelle specifiche dell’obiettivo. Una cifra più bassa significa un’apertura più ampia e prestazioni migliori in condizioni di scarsa illuminazione, poiché più luce raggiungerà il sensore. Alcuni telefoni hanno obiettivi molto luminosi (es. F/1.5); questi possono anche essere usati per creare l’effetto bokeh, specialmente quando il soggetto è vicino all’obiettivo.

Stabilizzazione dell’immagine

Anche se non avete le mani tremanti, una scarsa stabilizzazione può portare a foto o video sfocati, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione. I telefoni più costosi hanno la stabilizzazione ottica dell’immagine che sposta fisicamente l’obiettivo o il sensore della fotocamera per compensare movimenti involontari. I modelli più economici di solito usano la stabilizzazione dell’immagine digitale. Alcuni implementano la funzione meglio di altri ma, dovendo scegliere, meglio optare per un modello con OIS.

Zoom

Fino a poco tempo fa, le fotocamere degli smartphone utilizzavano solamente lo zoom digitale, che si ottiene semplicemente ritagliando un’immagine e ridimensionandola rispetto all’originale. Una volta esauriti i pixel, la foto ottenuta perde però di qualità e appare granulosa.

Le cose sono cambiate, poiché molti modelli ora offrono uno zoom ottico 2x o 3x (o anche 5x, come il nostro secondo classificato, il Samsung Galaxy Note 20 Ultra). Nelle fotocamere moderne, l’effetto è ottenuto grazie a più elementi dell’obiettivo che creano l’ingrandimento necessario. Nei telefoni, lo zoom ottico funziona utilizzando fotocamere separate con lunghezze focali diverse (poiché nessuno vorrebbe un telefono con un sistema di lenti sporgenti!).

Se cercate uno zoom efficiente, concentratevi sulla portata dello zoom ottico dei modelli che prendete in considerazione. Ignorate i modelli con zoom digitale, a meno che non vi vada bene la conseguente perdita di qualità.

Infine, alcuni telefoni hanno una funzione relativamente nuova chiamata zoom ibrido. Come suggerisce il nome, questo combina lo zoom ottico e digitale per migliorare la qualità di una foto ingrandita digitalmente. I risultati non sono buoni come con il vero zoom ottico, ma il risultato finale è tendenzialmente migliore.

Modalità della fotocamera

Questa è una categoria davvero ampia, poiché il software che sta dietro le fotocamere dei telefoni diventa sempre più sofisticato. Fondamentalmente, i telefoni moderni sono abbastanza intelligenti da regolare digitalmente i parametri di scatto quando i mezzi ottici non sono all’altezza. Ad esempio, in condizioni di luce contrastante, viene utilizzato l’HDR (High Dynamic Range). La fotocamera scatta automaticamente diverse immagini di diversa esposizione e le combina in un’unica immagine con luci e ombre esposte correttamente. La modalità notturna funziona in modo simile, con la fotocamera che scatta una serie di foto e poi le combina per ottenere un’immagine finale nitida.

Molti telefoni hanno anche una speciale modalità Ritratto per sfocare lo sfondo e far risaltare maggiormente i volti delle persone. Alcuni modelli dispongono anche di intelligenza artificiale e possono decidere automaticamente quale modalità funziona meglio nelle circostanze attuali.

Supporto RAW

Se vi piace scattare foto con lo smartphone, cercate un telefono in grado di salvare gli scatti come file RAW. In questo modo, tutti i dati acquisiti verranno conservati per consentirvi di modificare l’immagine a vostro piacimento. La maggior parte delle fotocamere dei telefoni regolano automaticamente le immagini e le salvano come file JPEG, gettando via il resto delle informazioni. Tenete presente che i file RAW occupano molto più spazio nella memoria; quindi, se la post-produzione delle immagini non vi interessa, trascurate pure questa opzione.

Funzionalità video

I produttori cercano di attirare i clienti offrendo una risoluzione video di grandi dimensioni e un numero elevato di megapixel. La verità è che potreste fare un uso decisamente limitato dei filmati 4K (per non parlare degli 8K) sul vostro telefono, poiché 1080p è il formato ottimale per molti social media. I video a risoluzione più elevata richiedono anche molto più spazio di archiviazione e più tempo per la modifica e la compressione (dunque anche un processore più potente).

Tuttavia, un formato più grande può essere utile per modifiche come il ridimensionamento o il ritaglio, o semplicemente per rendere il vostro lavoro all’avanguardia, ma controllate anche altri aspetti. Quanto è buona la stabilizzazione dell’immagine per ciascuna risoluzione? L’HDR è supportato durante la ripresa dei video? Qual è il frame rate massimo?

Per la riproduzione normale, sono sufficienti da 24 a 30 fps, ma per effetti creativi come il rallentatore, potrebbe essere necessaria una frequenza di fotogrammi più elevata, almeno 60 fps.

Infine, se prevedete di girare molti video ad alta risoluzione, un modello di telefono con uno slot microSD consente di estendere lo spazio di archiviazione disponibile.

Durata della batteria e ricarica

telefoni batteria

Man mano che i display degli smartphone diventano più grandi, c’è anche più spazio per batterie che vantano un numero maggiore di mAh (Milliamps/hour). Questo valore è il modo più semplice per valutare la durata di una batteria: più alto è il numero, più questa dovrebbe durare a lungo, almeno in teoria. Come abbiamo visto nelle sezioni precedenti, altri fattori come il processore e il tipo di schermo influenzeranno la durata, per non parlare delle vostre abitudini di utilizzo. Consigliamo comunque di scegliere un telefono con una batteria di almeno 3.000 mAh, che dovrebbe durare tutto il giorno.

I tempi in cui bisognava caricare il cellulare ogni notte (o anche più volte al giorno) sono finiti, poiché alcuni modelli di punta ora durano fino a un giorno e mezzo, o anche di più. Se la vostra priorità è uno smartphone con una batteria il più potente possibile, il modello migliore al momento è il Motorola Moto G9 Power, che può gestire fino a 60 ore con una singola carica.

Tuttavia, essere in grado di ricaricare rapidamente la batteria è altrettanto importante. Se dovete investire in un nuovo caricabatterie, controllate i valori espressi in watt prima di acquistare. Più alto significa anche più veloce (ovviamente, solo se il telefono supporta la ricarica rapida).

Inoltre, molti telefoni ora hanno un’opzione per la ricarica wireless e lo standard Qi è supportato da tutti i principali marchi. Con l’iPhone 12, Apple ha anche introdotto i caricabatterie MagSafe wireless, che sono due volte più veloci dei Qi. Tuttavia, MagSafe non può ancora competere con i caricabatterie cablati.

Conclusione

Con così tanti modelli sul mercato, scegliere il telefono migliore per le proprie esigenze può diventare più complicato che imparare ad usare un nuovo smartphone. Che le vostre priorità siano le telefonate, una fotocamera capace, una grande batteria o un processore iperveloce, con questa guida speriamo di averi aiutato a navigare nel complesso ma elettrizzante mondo dei telefoni cellulari.

Sebbene la concorrenza sia più agguerrita che mai, l’iPhone 12 Pro Max è attualmente il miglior smartphone disponibile, grazie alle capacità della fotocamera, al processore ultraveloce e all’impressionante durata della batteria. Il Samsung Galaxy Note 20 Ultra 5G gli si avvicina molto: sebbene rimanga leggermente indietro rispetto alla nostra prima scelta per quanto riguarda i tre aspetti chiave menzionati, ha alcuni extra unici, tra cui una penna stilo ed il potente zoom ottico.

Clicca per votare questo post!
Totale: 0 Media: 0
Back to top button