ottimiprodotti.it dedica molte ore alla ricerca e ai test per aiutarti a trovare i prodotti migliori da acquistare. Ogni prodotto viene selezionato in maniera indipendente dal nostro team. Se acquisti qualcosa tramite i link dei nostri contenuti, possiamo guadagnare una piccola commissione.

Miglior lampada SAD 2021

In questa guida all’acquisto andremo alla scoperta di uno strumento molto utile per la depressione stagionale cura: ovvero la lampada SAD. Analizzeremo e vi spiegheremo quali sono le migliori caratteristiche presenti in queste lampade. In questo modo capirete quali sono quelle essenziali e quali invece le superflue. Riuscirete, quindi, a trovare senza troppe difficoltà la migliore lampada per terapia della luce disponibile sul mercato senza perdere tempo o spendere troppi soldi inutilmente. Parleremo brevemente anche del disturbo stagionale, dei sintomi e dei problemi che può causare. Ovviamente si tratta di un dispositivo medico che, se utilizzato male, può anche causare dei danni ed è per questo che consigliamo sempre di chiedere un consulto con il vostro medico di famiglia. Non perdiamoci in chiacchiere e iniziamo a vedere i migliori modelli disponibili sul mercato.

Immagine
Nome
Valutazione
Controlla il prezzo

Medisana LT 460

Medisana LT 460
Medisana LT 460 – Miglior lampada di piccole dimensioni

Pro

  • Piccola e maneggevole 
  • Tecnologia LED 
  • È possibile utilizzarla orizzontalmente e verticalmente 
  • 2 intensità luminose 

Contro

  • Non è possibile sostituire una lampada da tavolo 

Recensione

Questa lampada di Medisana è stata creata per le persone che soffrono di depressione stagionale e cercano dei benefici. È un modello davvero piccolo, grande come un tablet, giusto per fare un esempio, e quindi permette di essere usato ovunque e di essere trasportato anche in viaggio. Ha due gradi di luminosità e può arrivare fino a 10.000 lumens. Non può essere, però, usata come lampada tradizionale. Ha una tecnologia a Led e garantisce un bassissimo consumo a livello energetico e un’ottima e omogenea distribuzione della luce. Il cavo è lungo quasi due metri e questo è sempre un bene, perché può essere utilizzata in ogni situazione.

Può essere sistemata sia in orizzontale che in verticale, grazie ad un comodissimo supporto magnetico che si trova sul retro. È un modello abbastanza semplice, dal prezzo non eccessivo, e quindi non ci si può aspettare molte funzionalità. Non ha un timer né uno schermo. Ha solo il pulsante di accensione e di impostazione per il livello di luminosità. Questo, però, talvolta non è un male visto che la sua semplicità e facilità fanno sì che tutti possano utilizzarla senza alcun tipo di problema.

Specifiche

  • Alimentazione: Energia elettrica
  • Tecnologia: LED
  • Dimensioni: 15 x 1,7 x 26 cm
  • Peso: 0,2 Kg
  • Superficie di illuminazione: 20,5 x 12 cm
  • Intensità della luce: Fino a 10.000 lux
  • Livelli di luminosità: 2
  • Colore della luce: Luce diurna
  • Inclinabile:

Controlla il prezzo


Beurer TL 100

Beurer TL 100
Beurer TL 100 – Miglior lampada di taglia media

Pro

  • Funziona con un’app 
  • 4 diversi colori 
  • Timer con spegnimento automatico 
  • Visualizzazione del tempo di trattamento 

Contro

  • Inclinazione non regolabile 

Recensione

Beurer ha creato questa lampada dalla forma tonda con un diametro di 33 centimetri che può essere utilizzata per diversi scopi. Inoltre, è dotata anche di collegamento Bluetooth. Ovviamente il suo obiettivo principale è quello di aiutare le persone che soffrono di disturbo stagionale ma prevede anche dieci funzioni diverse. Oltre a poter essere adoperata come una tradizionale lampada da scrivania, infatti, è possibile anche cambiare colore così da sfruttarla anche come una lampada per la cromoterapia. Ovviamente il suo costo è leggermente superiore alla media, ma bisogna considerare le sue qualità e il fatto che possa essere usata in tanti modi diversi.

Come accennato all’inizio, poi, questa lampada ha un collegamento Bluetooth grazie al quale è possibile collegarla al proprio smartphone o tablet e ad una specifica applicazione. Con quest’ultima, poi, potrete gestire tutte le sue funzionalità con un semplice clic. Potrete accenderla, spegnerla, impostare un timer o cambiare il colore.

Per quanto riguarda la luce, sappiate che ha una tecnologia LED e una luminosità che può arrivare a 10.000 lumens ed è possibile impostare il livello in base alle vostre esigenze. L’unica pecca è che l’inclinazione non può essere regolata e che, quindi, dovrete usarla solo in orizzontale.

Specifiche

  • Alimentazione: Energia elettrica
  • Tecnologia: LED
  • Dimensioni: 30,6 x 33,5 x 20,3 cm
  • Peso: 0,9 Kg
  • Superficie di illuminazione: Diametro di 33 centimetri
  • Intensità della luce: Fino a 10.000 lux
  • Livelli di luminosità: 10
  • Colore della luce: Luce diurna
  • Inclinabile:

Controlla il prezzo


Beurer TL 90

Beurer TL 90
Beurer TL90 - Miglior lampada di grandi dimensioni

Pro

  • Inclinazione regolabile 
  • Spegnimento automatico 
  • Risparmio energetico 
  • Tecnologia dei tubi fluorescenti 

Contro

  • Grande e non adatto a viaggiare 

Recensione

Questa lampada è sicuramente uno dei punti di riferimento per le persone che soffrono di SAD visto che parliamo di un dispositivo medico. Ha un’intensità luminosa di 10.000 lux a soli 15 centimetri di distanza e non ha l’antipatico sfarfallio che rischia di rendere vano il trattamento.

È una delle lampade SAD con la superficie di luminosità più grande, e con un’illuminazione estremamente uniforme, anche se ovviamente questo rappresenta in molti casi un problema. La sua dimensione e il suo peso, infatti, la rendono difficilmente trasportabile in giro e potrebbe essere complicato anche trovarle un posto comodo in casa.

L’inclinazione è regolabile e potrete quindi usarla anche a letto o seduti comodamente sul divano di casa. Inoltre è dotata di un sistema a tubi che permette un concreto risparmio energetico e ha un indicatore di durata con intervalli di 15 minuti così da poter gestire il vostro trattamento.

È molto semplice da usare ed ha un solo tasto che serve ad accendere la luce e a spegnerla. È perciò adatta davvero a chiunque, anche a chi ha davvero poca esperienza con questo genere di strumenti.

Specifiche

  • Alimentazione: Energia elettrica
  • Tecnologia: LED
  • Dimensioni: 33,7 x 24,1 x 58 cm
  • Peso: 4,08 Kg
  • Superficie di illuminazione: 34 x 51 cm
  • Intensità della luce: Fino a 10.000 lux
  • Livelli di luminosità: 1
  • Colore della luce: Luce bianca calda
  • Inclinabile: Si

Controlla il prezzo


CrazyFire

CrazyFire
CrazyFire – Miglior lampada multifunzione

Pro

  • Lampada SAD più lampada sveglia 
  • Compatta e adatta a viaggiare 
  • 20 livelli di luminosità 
  • Tecnologia LED 

Contro

  • Alimentata tramite cavo – non ha un’opzione batteria 
  • Il display è troppo luminoso durante la notte 

Recensione

Quest’azienda cinese ha sicuramente creato un ottimo prodotto multifunzionale, adatto per le persone che soffrono di disturbo stagionale e che vogliono esporsi ad una luce molto forte. Il modello in questione, però, ha tra i suoi vantaggi anche quello di disporre di più funzioni, tra cui la sveglia con vari allarmi acustici.

Le sue dimensioni sono davvero compatte, e perciò può essere posizionata sul comodino vicino al letto oppure è possibile portare questa lampada con sé in un semplice zainetto o in borsa e utilizzarla ovunque. Nonostante sia abbastanza piccola, però, può comunque arrivare ad una luminosità pari a 10.000 lux a dieci centimetri di stanza, scendendo poi, man mano che ci si allontana. Ha ben 20 livelli di luminosità ed è dotata anche di sei tonalità diverse per la funzione sveglia. È stata costruita in plastica e questo è sia un punto a favore che a sfavore. La resistenza non è, infatti, il massimo anche se il suo peso permette di essere usata facilmente da tutti. Infine, deve essere utilizzata con l’energia elettrica.

Specifiche

  • Alimentazione: Energia elettrica
  • Tecnologia: LED
  • Dimensioni: 26.2 x 20.6 x 8.6 cm
  • Peso: 1,04 Kg
  • Superficie di illuminazione: 20 x 18 cm
  • Intensità della luce: Fino a 10.000 lux
  • Livelli di luminosità: 20
  • Colore della luce: Luce bianca calda
  • Inclinabile:

Controlla il prezzo


Tecboss GLD-1003

Tecboss GLD-1003
Tecboss GLD-1003 – Miglior rapporto qualità prezzo

Pro

  • 3 modalità di illuminazione (bianca, naturale, calda) 
  • 5 livelli di luminosità 
  • Timer 
  • Funzione di memoria 

Contro

  • Non è un dispositivo medico riconosciuto 
  • Funziona solo con corrente elettrica 

Recensione

Questo modello di Tecboss è sicuramente quello che riesce ad unire qualità dei materiali, più funzioni e un prezzo accessibile a tutti. È una lampada abbastanza compatta che può essere usata su qualsiasi tipo di superficie ed è possibile trasportarla facilmente in giro, visto che pesa davvero poco.

Può arrivare fino a 10.000 lux e, oltre alla luce naturale dispone anche dell’opzione per la luce bianca e per la luce calda (quella leggermente più gialla). Dispone, poi, di cinque gradi di luminosità e ha un comodo timer che parte da 10 minuti e può arrivare fino ad un’ora. Al termine del tempo prestabilito, si spegnerà autonomamente. In aggiunta, c’è anche la funzione memoria, grazie alla quale potrete salvare il grado di luminosità e il timer così da rendervi tutto più semplice.

La barra che la sostiene, posizionata sul retro della lampada, può anche essere abbassata o alzata, così da permettere diversi livelli di inclinazione. Per quanto riguarda l’alimentazione, sappiate che funziona solo se collegata alla corrente elettrica, e non dispone di alcuna batteria.

Specifiche

  • Alimentazione: Energia elettrica
  • Tecnologia: LED
  • Dimensioni: 27.9 x 19.6 x 6 cm
  • Peso: 0,76 Kg
  • Superficie di illuminazione: 20 x 18 cm
  • Intensità della luce: Fino a 10.000 lux
  • Livelli di luminosità: 20
  • Colore della luce: Luce bianca calda
  • Inclinabile:

Controlla il prezzo


Guida all’acquisto

In questo articolo vedremo nel dettaglio quali sono le caratteristiche principali da conoscere quando si vuole acquistare una lampada per contrastare il disturbo affettivo stagionale. Vedremo tutto ciò che c’è da sapere anche se prima è necessario soffermarci su cosa sia questa patologia. Analizzeremo caratteristiche e funzionalità dei vari modelli che potete trovare in circolazione cosicché possiate avere le idee sicuramente più chiare su quale sia il modello giusto per voi.

Cos’è il SAD?

Con l’acronimo SAD si intende il Disturbo Affettivo Stagionale che comunemente è definita depressione invernale o stagionale. Nel corso degli anni è passato dall’essere un disturbo dell’umore ad un disturbo a “pattern stagionale”. In pratica, questa patologia si manifesta con stati depressivi in particolari stagioni dell’anno, come le più fredde, e si manifesta principalmente in soggetti tra i 18 e i 30 anni che risiedono nelle aree settentrionali del globo.

Fu identificato per la prima volta da Norman E. Rosenthal nel 1984. È caratterizzato da una duplice categoria di problemi. Quando parliamo di depressione invernale sintomi, dobbiamo pensare a soggetti che soffrono di ipersonnia, ovvero dormono più di quanto dovrebbero, e iperfagia, ovvero mangiano troppo. Questi due sintomi combinati tra loro portano ad una stanchezza cronica e un aumento del peso fino all’obesità. Le persone che, invece, soffrono di questa patologia durante i mesi estivi o primaverili, al contrario, hanno problemi a prendere sonno, ansia e mancanza di appetito. Ovviamente questa condizione porta ad una perdita di peso e ad un’elevata irritabilità.

Una vera e propria causa scatenante di questo disturbo non è stata ancora trovata e, probabilmente non c’è. Il manifestarsi del SAD lo si deve ad una serie di fattori che, combinati tra loro, portano a questi sintomi. Tra le cause potrebbero esserci degli eventi traumatici nel corso della vita ed un’estrema sensibilità ai cambiamenti climatici e all’alternarsi del giorno e della notte. Ad esempio, durante i mesi invernali, l’assenza di luce solare per lunghi tratti della giornata potrebbe essere una causa scatenante. Ecco perché una delle cure a questa tipologia di disturbo è l’utilizzo di specifiche lampade che emettono una luce notevolmente più forte rispetto a quelle tradizionali. Questa lampada, definita per l’appunto lampada SAD, ha mostrato degli effettivi benefici. La light therapy, in italiano fototerapia, prevede l’esposizione quotidiana alla luce di queste lampade, che ricordano al corpo la luce naturale solare. Anche la vitamina D, prodotta non a caso anche dall’esposizione alla luce solare, sembra aver dato diversi miglioramenti così come l’assunzione di antidepressivi.

Terapia della luce con lampade SAD

La fototerapia, come detto, consiste nell’esposizione alla luce prodotta da specifiche lampade, che hanno una luminosità pari a 10.000 lux, superiori di ben 20 volte alle tradizionali. L’utilizzo di questo strumento è previsto nei mesi in cui il soggetto soffre del disturbo stagionale, in questo caso principalmente durante l’inverno. Già Rosental, durante la sua fase di studio e analisi di quella che era una nuova patologia nel mondo medico, aveva ritenuto che l’esposizione prolungata ad una luce che potesse sostituire in qualche modo quella solare avrebbe prodotto dei benefici. Ed in effetti, sembra essere proprio così. A confermarlo, ci sarebbero gli studi effettuati dal dottor Micheal Terman, professore di Psicologia clinica in psichiatria presso il College of Physicians & Surgeons e da sua moglie e collaboratrice, Jiuan Su.

Lo studio dei Terman con la Terapia della Luce su diversi soggetti affetti da SAD ha confermato che oltre metà dei pazienti ha riscontrato effettivi miglioramenti del proprio stato di salute con l’esposizione prolungata alla luce. Inoltre, lo studio dimostra che basterebbero 30 minuti per avere i primi benefici. Ovviamente dipende anche dall’intensità e dalla temperatura luce. Un’esposizione ad una lampada di 10.000 lux sembrerebbe dare i primi vantaggi dopo 30 minuti, mentre sarà necessario più tempo con una lampada luminoterapia meno potente.

Solitamente la luce deve essere posta a circa 50 centimetri dal paziente e non deve essere indirizzata direttamente sul corpo.

La lampada fototerapia depressione ha misure che possono ricordare quella tradizionale, ma si differenzia per la potenza della luce, sempre di colore bianco e mai giallo che, come abbiamo detto, può anche essere superiore di 20 volte ad una semplice lampada d’ufficio. Oltre a questo aspetto, poi, c’è spesso anche un filtro per i raggi ultravioletti e la luce blu, quella che può creare più problemi agli occhi e al ritmo biologico di una persona.

Lumen, lux e kelvin: cosa sono?

Scegliere e acquistare la migliore lampada per terapia della luce non è per niente semplice e bisogna tenere conto di alcuni aspetti che solitamente s’ignorano. Quando si decide di acquistare una tradizionale lampada da casa o da ufficio, ad esempio, si guarda il colore della luce e la potenza, espressa in watt. Se si vuole, invece, curare la depressione con la luce, è necessario affidarsi ad altri parametri e per farlo nel modo giusto bisogna conoscerli. Ecco i più importanti.

Lumen

Il Lumen (lm) è il parametro corretto quando si vuole capire la luminosità di una lampada. Tenete presente che una lampada luce led calda tradizionale ed extra luminosa avrà un valore di lumen che si aggira sui 1.500. Una lampada fototerapia, invece, parte da 2500 lumens fino ad arrivare a 10.000 e anche oltre.

Lux

I lux, sono abbastanza simili ai lumens, visto che indicano il livello di luminosità. I lux, però, sono utilizzati per indicare la luminosità ad una determinata distanza. Man mano che vi allontanate o avvicinate da una lampada, infatti, i lux possono scendere o salire, mente i lumens saranno sempre uguali.

Kelvins

Ogni lampada produce una luce e questa può avere un colore diverso. Per riuscire a capire perfettamente il colore di una SAD lampada, bisogna considerare il suo valore espresso in Kelvin (K). Le gradazioni chiare sono quelle che hanno un valore inferiore ai 2800 Kelvins, e sono anche conosciute come bianco extra caldo. Da 2800 a 3300 K c’è, invece, una luce bianca calda. Da 3300 a 5300 K avranno un colore bianco neutro e oltre questo valore si avrà il colore bianco luce diurna. Come avrete capito, quindi, maggiore sarà il valore in Kelvin, più bianca è la luce e quindi migliore sarà per la fototerapia. Considerate, poi, che la lampada anti depressione, dovrà avere la possibilità di regolare il valore dei Kelvin, così da poter passare da una tipica luce dell’alba fino a quella che si registra a mezzogiorno.

Scegliere una lampada SAD: caratteristiche della luce

Quando si vuole curare la depressione con la luce e si ha la necessità di acquistare una lampada luminoterapia, allora bisognerà prestare attenzione anche ad una serie di importanti fattori. Per aiutarvi nella decisione e soprattutto nella scelta del miglior modello per le vostre esigenze, abbiamo messo in evidenza i punti principali. Acquistare una SAD lampada sbagliata, oltre a farvi perdere tempo e denaro potrebbe, infatti, anche procuravi dei seri problemi.

Tecnologia

La maggior parte delle lampade SAD di affida soprattutto ai Led, grazie ai quali è possibile ottenere un fascio di luce bianco molto luminoso. Inoltre, garantisce anche un impiego di corrente elettrica molto ridotto.

Altri modelli, invece, utilizzano dei tubi luminosi. I tubi a LED irradiano luce a 360 gradi e quindi tutto il fascio luminoso viene sfruttato al 100%. Non ci sono quindi dispersioni di energia.

Alcune lampade SAD, hanno più luci così da poter avere la possibilità di gestire la luminosità in maniera semplice e veloce.

Direzione della luce

In circolazione troverete diversi modelli, ognuno con le sue caratteristiche e tra queste c’è la direzione della luce diurna. Alcune possono, ad esempio, avere un fascio di luce molto concentrato e quindi bisogna indirizzarle solo sul volto, stando sempre attenti a non rivolgerlo direttamente sugli occhi. Altri modelli, invece, potrebbero avere la possibilità di allargare il fascio e quindi far sì che arrivi anche su più parti del corpo. Quest’ultima funzionalità, vi aiuterà anche ad usare la lampada luce naturale come una tradizionale, ma potente, lampada da casa o da ufficio.

Con un fascio monodirezionale, questo non sarà possibile, visto che finirà ad illuminare solo una piccola parte della stanza, lasciando oscurato il resto.

Riproduzione della luce

Per avere un effetto benefico sul vostro corpo è necessario che la luce sia riprodotta in maniera costante e omogenea. Se notate che un fascio di luce non sia costante, con quel tipico e fastidioso sfarfallio, allora questa potrebbe non essere la luce giusta per voi. Il corpo deve ricevere nello stesso modo la luce e se ci dovessero essere dei bruschi e continui cali, finirete solo per perdere tempo.

Senza UV

Ecco un altro punto davvero importante anche perché, se non prestate la dovuta attenzione, il vostro corpo, e in particolare la pelle potrebbero risentirne. Le più recenti lampade SAD sono dotate di un comodo ed utile filtro dai raggi ultravioletti, ovvero quelli più dannosi per la cute. In poche parole, non potrete abbronzarvi anche restando diverse ore sotto la lampada benessere SAD e, soprattutto, non rischierete di causare alcun danno alla vostre pelle. Purtroppo, non tutte le lampade per la fototerapia hanno questo genere di protezione, ma il nostro consiglio, è di sceglierne una che abbia il filtro dai raggi UV.

Intensità luminosa

Di questo punto vi abbiamo già parlato nei paragrafi precedenti ma, vista la sua estrema importanza, è giusto ripetere questo concetto. Una luce terapia lampada deve essere decisamente luminosa anche perché deve ricordare al corpo del paziente la luce solare. Per riuscirci ha bisogno di un valore molto alto sia in lumen che in lux. Ovviamente, grazie, anche all’ausilio di un dottore, dovreste scegliere la lampada adatta alla terapia da dover affrontare. In linea generale, però, una luce adatta alla fototerapia parte da 2.500 lumens fino ad arrivare, e superare, i 10.000 lumens. Al di sotto di questa soglia minima, può sicuramente essere ritenuta una lampada tradizionale molto luminosa, ma sicuramente senza alcun effetto benefico per le persone che soffrono di SAD.

Livello di luminosità

Le lampade per curare la depressione stagionale possono avere diverse caratteristiche. Una di queste è la possibilità di scegliere o impostare la gradazione della luminosità. Questa funzione vi servirà per aiutare il corpo ad avere un proprio ciclo, così come avviene solitamente. La luce dell’alba è molto meno luminosa rispetto a quella di mezzogiorno, così come quest’ultima sarà decisamente più luminosa rispetto a quella del tramonto. Una lampada SAD che vi permetterà di stabilire una graduazione differente in base al momento della giornata può sicuramente tornarvi utile. Potreste impostarla ad un livello basso di prima mattina per poi crescere man mano durante l’arco ella giornata e ritornare al punto di partenza durante il pomeriggio.

Colori della lampada extra

Le lampade SAD per combattere il disturbo affettivo stagionale dovranno avere una luce molto chiara che ricordi naturalmente quella solare. Alcuni modelli, però, potrebbero avere anche diversi colori a vostra disposizione, dandovi così la possibilità di utilizzarla, secondo i canoni della cromoterapia, anche per altre patologie o disturbi.

Il verde, ad esempio, sembra essere indicato per chi soffre di emicrania o per rilassare i nervi. Il giallo, invece, sarebbe perfetto per favorire la concentrazione e quindi aiutare chi ha bisogno di studiare o immergersi totalmente in una ricerca. Il colore rosso è, invece, utilizzato per depressione, tosse ed impotenza.

E le dimensioni?

Le lampade SAD possono avere diverse forme e dimensioni. In generale non sono molto ingombranti ma bisogna capire innanzitutto l’utilizzo che volete farne. Partiamo da un presupposto, cioè che ogni lampada può tranquillamente essere trasportata da una stanza all’altra oppure potete portarla con voi durante un viaggio. Quindi da questo punto di vista non ci sono particolari problemi anche se il maggior ingombro è rappresentato dai supporti. Spesso, infatti, sono abbastanza grandi e quindi non sempre facili da trasportare.

La superficie della lampada deve essere di un colore chiaro, e tenete presente che solitamente, maggiore è l’ampiezza della superficie maggiora sarà il volume dei Lux e dei Lumens.

Qualche difficoltà, però, nasce se volete sempre averla con voi, ad esempio in ufficio. In questo caso sarà necessario scegliere un modello decisamente più piccolo. In giro troverete sicuramente una lampada portatile anche se talvolta non dispone delle stesse caratteristiche di un modello tradizionale. Ovviamente anche la potenza potrebbe essere più ridotta, e quindi sarà necessario esporsi per un tempo più lungo alla luce.

Considerate anche il piano su cui appoggiate e utilizzate la vostra lampada SAD. Assicuratevi che non sia di un materiale riflettente, anche perché rischierete di accecarvi e di causare problemi dovuti ad una sovra esposizione alla luminosissima luce.

Altre caratteristiche importanti

Ora che conoscete come funziona una lampada SAD, vediamo quali sono le caratteristiche dal punto di vista della potenza e della luminosità, e quali sono gli scopi per cui è principalmente adatta. Potrebbero essere non così fondamentali come la grandezza e i Lumens, ma state certi che alcuni di esse vi torneranno sicuramente utili. Inoltre, una volta capito quali siano le funzioni superflue per le vostre esigenze, riuscirete e trovare un modello che vi permetterà anche di risparmiare denaro. Vediamo quali sono le principali.

Batteria o elettricità

La lampada SAD può essere alimentata con due modalità diverse: batterie o con elettricità. Ognuna delle due presenta dei punti negativi e dei punti a favore. Cerchiamo di vederne alcuni nel dettaglio.

Batterie: le batterie vi permetteranno di usare la lampada ovunque voi siate e senza andare alla ricerca di una presa della corrente. Inoltre, garantiscono anche un controllo nell’utilizzo dell’energia elettrica. D’altro canto, però, dovete stare attenti ad avere sempre qualche batteria di ricambio con voi, visto che qualora la loro carica finisse all’improvviso, non potrete più usare la lampada.

Corrente: questo è sicuramente il sistema più utilizzato in gran parte delle lampade. Per azionarla, dovrete collegarla per forza ad una presa della corrente e, qualora non ci fosse energia elettrica, non potrete usarla. Quando acquistate un modello alimentato con energia elettrica, controllate quale sia la lunghezza del cavo. Alcune persone, infatti, visto che il cavo della loro lampada è troppo corto, riscontrano diversi problemi nell’utilizzo.

Posizione regolabile

Regolare la posizione della vostra lampada SAD potrebbe essere molto importante, soprattutto se la utilizzate sempre in luoghi diversi. Solitamente le lampade possono essere usate sia in verticale che in orizzontale, ma alcun modelli permettono anche di inclinarla maggiormente grazie al supporto che le mantiene. Questo vi servirà per avere sempre il massimo comfort. Una lampada SAD fissa, infatti, potrebbe crearvi qualche problema, quando decidete di spostarla o se dovete utilizzarla su superfici piccole.

Display a LED e timer

Diversi modelli di lampade SAD hanno un display Led per impostare alcune funzioni, come la luminosità. Assicuratevi che sia abbastanza ampio da poter leggere senza sforzarvi troppo e che sia retroilluminato così da poterlo usare anche quando la lampada non è ancora in funzione.

Alcuni modelli, poi, hanno anche un comodo timer con il quale potrete stabilire la durata della vostra sessione. Di solito si va da 15 fino a 60 minuti. Una volta che è passato il tempo prestabilito, la lampada si spegnerà.

Funzione di memoria

Si tratta di una funzionalità sicuramente molto specifica e che forse non ritenete particolarmente necessaria. Se però siete più persone ad utilizzare la stessa lampada, conservare le impostazione della vostra sessione (durata e illuminazione) vi renderà tutto più semplice. Ovviamente queste caratteristica è presente nei modelli più tecnologici che hanno un costo leggermente superiore alla media.

Lampade multifunzionali

Le lampade SAD multifunzionali sono perfette per chi le vuole sfruttare al massimo. Come avrete capito, una lampada SAD viene utilizzata solo in alcuni momenti della giornata, mentre il restante tempo resta spenta. Le lampade multifunzionali, invece, possono anche essere usate come tradizionale lampada d’ufficio oppure possono cambiare colore. Quest’ultima funzione, vi potrebbe sicuramente tornare utile se siete appassionati di cromoterapia. In questo modo, anche se dovrete spendere un po’ di più per la vostra lampada, sarete certi di utilizzarla al cento per cento.

Problemi di salute e sicurezza

Ovviamente le lampade utilizzate per la fototerapia, e in particolare quelle per i disturbi affettivi stagionali, dovrebbero comunque essere utilizzate con una certa attenzione, e in particolare, non possono utilizzarla tutti. Non bisogna usarla con il fascio di luce diretto agli occhi perché, vista la sua altissima luminosità, potrebbe diventare pericoloso. Inoltre, meglio fare delle sessioni brevi o comunque confrontarsi sempre con un medico.

In genarle, comunque, se soffrite di una di queste patologie o se avete un’elevata sensibilità alla luce, vi consigliamo di non effettuare sessione di fototerapia con le lampade SAD.

Patologie all’occhio. Se soffrite di cataratta o comunque disturbi al nervo ottico, è sicuramente non consigliato usare una lampada SAD, che potrebbe far affaticare troppo gli occhi e accentuare gli eventuali problemi.

Diabete. Seppur diversi studi hanno dimostrato che la fototerapia potrebbe influire positivamente sul controllo dell’insulina, alcuni pazienti che soffrono di diabete soffrono anche di problemi agli occhi e sono comunque più sensibili alla luce. Ecco perché è meglio evitare.

Emicrania: Sicuramente la fototerapia è sconsigliata per chi soffre di emicranie croniche. Se proprio volete usare un fascio di luce che possa darvi sollievo, allora è meglio affidarvi alla cromoterapia, sempre dopo aver avuto un confronto con il vostro medico.

Ipertensione o problemi circolatori: Uno studio scientifico eseguito in Olanda su dei topi ha dimostrato che l’esposizione alla fototerapia ha ampiamente aumentato la pressione arteriosa sistolica. Questo aumento improvviso, poi, è terminato non appena è stata spenta la lampada. Ovviamente si tratta di uno degli studi iniziali su questo argomento, ma se si soffre di una malattia legata alla pressione del sangue, forse è meglio chiedere un consiglio al proprio medico di famiglia prima di iniziare.

Migliori marche

Conoscere i brand che producono e vendono le lampade SAD vi sarà sicuramente utile per avere una prima idea, quando andate alla ricerca del miglior modello per voi. Conoscere la gamma di prezzi, i materiali utilizzati e la qualità generale del prodotto, renderà tutto più semplice, e non impiegherete molto tempo nel trovare la miglior lampada per voi.

Medisana

Quest’azienda tedesca è attiva sul mercato da oltre trent’anni è in questo arco temporale è cresciuta costantemente riuscendo ad affermarsi come uno dei migliori marchi sul mercato. Opera nel campo dell’assistenza medica domiciliare e sviluppa tutti i prodotti che realizza, tra cui ovviamente anche le lampade SAD. I suoi prodotti sono di alta qualità e ci sono dispositivi per ogni budget.

Beurer

Questa società nasce oltre cento anni fa dall’intuizione di due coniugi di Monaco, per l’appunto i Beurer. Iniziarono con la produzione di borse d’acqua calda, ma capirono sin da subito che la loro strada sarebbe stata quella dei prodotti per la salute, e avevano ragione. La qualità e lo sviluppo sono due dei punti cardine di questo marchio conosciuto in tutto il mondo.

CrazyFire

È un’altra azienda cinese specializzata nella produzione di luci e lampade, oltra ad altri oggetti come telecamere di sicurezza e proiettori. Una delle loro principali caratteristiche, è quella di saper combinare materiali di ottima qualità ad un prezzo non altissimo, riuscendo così ad essere accessibili a tutti.

Tecboss

Parliamo di una società cinese relativamente giovane, visto che è stata costituita solo nel 2017. Nonostante questo, però, è già riuscita a vendere circa 6 milioni di prodotti in circa 32 Paesi nel Mondo. È specializzata nella produzione di giocattoli ed elettrodomestici con la tecnologia 3D.

FAQ

Le lampade SAD funzionano davvero?

Ci sono diversi studi scientifici che hanno dimostrato l’effettiva efficacia di questo genere di lampada per migliorare la situazione delle persone che soffondo di SAD. Ovviamente dipende dal modo di utilizzo e non si può stabilire, senza alcuna analisi, che funzioni per tutti.

Potete assumere la vitamina D da una lampada SAD?

La vitamina D viene prodotta a livello cutaneo con l’intervento dei raggi ultravioletti. Questo significa che se una lampada producesse anche i raggi UV, allora potrebbe esserci anche un aumento della vitamina D. Diverse lampade, però, hanno un filtro per questo genere di raggi, anche perché sono potenzialmente pericolosi per la pelle umana e quindi non serviranno per la produzione di Vitamina D.

Le lampade SAD sono considerate dispositivi medici? Sono approvate dal punto di vista medico?

Sono dei dispositivi medici anche se in realtà non c’è bisogno di prescrizione per acquistare un qualsiasi modello disponibile sul mercato. Ovviamente, però, il nostro consiglio è sempre quello di riferirsi ad uno specialista per un consiglio e per sapere se la fototerapia sia effettivamente quella giusta per voi.

Cos’è meglio: luce calda o fredda?

Meglio luce calda o fredda per la light therapy? La luce fredda è quella che ha dei valori in Kelvins decisamente più alti, e quindi risulta più indicata per quanto riguarda la fototerapia. La luce diurna prodotta dal sole, ad esempio, è stimata in circa 5500 Kelvins.

Parole finali

Siamo giunti alla fine di questa guida all’acquisto sulle lampade luminoterpia. Abbiamo analizzato tanti fattori, partendo anzitutto dai problemi legati ai Disturbi Affettivi Stagionali fino alle principali caratteristiche delle lampade. Ci siamo soffermati sulle recensioni di alcuni dei migliori prodotti disponibili in circolazione, le funzioni, le dimensioni e come capire l’intensità e la luminosità. Avrete sicuramente le idee più chiare su questo genere di strumento e riuscirete a trovare con maggiore semplicità la migliore lampada per terapia della luce disponibile sul mercato. Ricordate, inoltre, che si tratta di un dispositivo medico e che è sempre meglio chiedere un parere al vostro medico di famiglia prima di acquistare una lampada SAD. Se utilizzata nel modo sbagliato, infatti, può anche causare problemi al vostro corpo.

Clicca per votare questo post!
Totale: 0 Media: 0
Back to top button