ottimiprodotti.it dedica molte ore alla ricerca e ai test per aiutarti a trovare i prodotti migliori da acquistare. Ogni prodotto viene selezionato in maniera indipendente dal nostro team. Se acquisti qualcosa tramite i link dei nostri contenuti, possiamo guadagnare una piccola commissione.

Miglior home theatre 2021

L’home theatre è un sistema composto da amplificatori e altoparlanti che viene collegato attraverso il cavo di uscita audio al televisore smart o a un lettore blu ray. Il funzionamento è semplice: la consolle distribuisce ogni singolo suono cosicché la cassa che deve produrre il suono funzioni semplicemente e correttamente.

Home Theatre (o Home Theater) ricreerà a casa vostra la sensazione di essere in una sala cinematografica. Inoltre, un sistema home theatre renderà unica la visione dei vostri film preferiti e darà nuova vita ai videogiochi, creando un’esperienza ludica a tutto tondo e di qualità superiore.

In questo articolo potrete trovare le recensioni dei cinque miglior home theatre presenti sul mercato, seguite da un’utile guida all’acquisto che vi aiuterà a capire quali sono gli aspetti più importanti da tenere a mente prima di comprare il vostro nuovo sistema audio.

Kef T305 Sistema Home Theater 5.1

Kef T305 Sistema Home Theater 5.1
Il migliore per gli audiofili

Pro

  • Cinque altoparlanti
  • Lineare
  • Spessore minimo

Contro

  • Prezzo elevato

Recensione

Questo modello home theatre 5.1 è composto da un altoparlante centrale top T301c, quattro altoparlanti alti T301 e un subwoofer attivo T2. I diffusori possono essere installati al muro in quanto il loro spessore è minimo, di soli 35 mm; sono comunque dotati di base d’appoggio, quindi potrete posizionarli sul mobile dell’apparecchio televisivo o nelle immediate vicinanze.

Questo impianto home theatre è molto lineare, ottimo per gli schermi ultrapiatti, avrete poco ingombro e massima praticità, per un suono definito e tridimensionale. Potrete utilizzare questo sistema con qualsiasi televisore o altro dispositivo audio. Il design è elegante e lineare, sono particolarmente curati i dettagli, si adatterà tranquillamente a qualsiasi tipo di arredamento.

Questo modello è un top di gamma, per questo il prezzo è abbastanza elevato. Kef T305 è costituito nel dettaglio da una barra centrale che potrete collocare alla base del televisore, un sub collocabile a terra, quattro diffusori (due anteriori e due posteriori). Sarete avvolti dal suono per un’esperienza uditiva unica. Grazie al sub attivo, potrete gustarvi un film d’azione proprio come se steste vivendo le scene in prima persona.

Questo impianto è esattamente il prodotto che state cercando se non volete badare a spese!

Specifiche

  • Numero di altoparlanti: 4
  • Canali: 5.1
  • Sistema surround:
  • Wattaggio: 10 – 150 W
  • Peso: 25 Kg

Controlla il prezzo


Jamo Studio 809

Jamo Studio 809
Il migliore di gamma media

Pro

  • Suono naturale e bilanciato
  • Design moderno
  • Costo accessibile
  • Semplice e facile da installare

Contro

  • Servirebbero un numero maggiore di casse

Recensione

Questo modello di home theatre grazie al design ricercato si adatta ad ambienti moderni e più tradizionali. I materiali, le finiture e le linee minimaliste e pulite come il legno o il vinile opaco, e le griglie in lino acustico magnetico sono il tocco distintivo di questo prodotto e fanno del nuovo Jamo Studio 809 la scelta ideale per un ambiente con arredamento moderno.

Le prestazioni sono elevate, senza l’aggiunta di cavi è possibile un sistema di connessione che consente una semplice integrazione dei moduli Dolby Atmos. Il suono risulta molto naturale ed estremamente bilanciato. La qualità audio è ben bilanciata, l’audio risulta piacevole estendendosi in tutta la stanza, le voci così come gli altri suoni sono piacevoli da ascoltare, i toni bassi e alti sono di buona qualità.

Il costo è contenuto, il rapporto qualità prezzo è buono e tra i prodotti di fascia media è considerato il migliore in circolazione. Le recensioni degli acquirenti sono tutte molto positive ed è consigliato anche per la semplicità e velocità dell’installazione, oltre che per l’aspetto estetico.

Specifiche

  • Numero di altoparlanti: 2
  • Canali: 5.0
  • Sistema surround:
  • Wattaggio: 240
  • Peso: 10 Kg

Controlla il prezzo


AUNA Areal 652 Edition

AUNA Areal 652 Edition
Il migliore economico

Pro

  • Versatile
  • Base antiscivolo
  • Adatto a qualsiasi tipo di ambiente

Contro

  • Le colonne sono provviste solo di una cassa

Recensione

Questo home cinema è composto da cinque altoparlanti satellite e da un subwoofer attivo con emissione laterale. Il suono ricreato ha una potenza di 70 Watt RMS.

Potrete collegare lettori Blu-Ray e DVD grazie al sistema 5.1 Areal 652 di Auna, e ascoltare musica, vedere film, giocare con i vostri videogiochi preferiti con un suono di buona qualità e soprattutto nitido.

Questo kit home theatre è molto versatile, potrete riprodurre file in MP3 grazie alla porta USB e al lettore di schede SD. Per collegare computer, lettore MP3 e CD, potrete utilizzare l’ingresso AUX.

Grazie al Bluetooth potrete ascoltare musica senza fili con tablet, pc e smartphone; in dotazione troverete il telecomando con il quale potrete regolare le varie impostazioni comodamente sdraiati sul divano. La resa audio è perfetta e non avrete il noioso effetto di ritardo del suono, come accade con altri modelli connessi via Bluetooth.

Il design è elegante grazie all’effetto nero laccato, la base antiscivolo è molto comoda e lo rende sicuro. Il rapporto qualità prezzo è ottimo, questo prodotto è infatti considerato il migliore economico.

Specifiche

  • Numero di altoparlanti: 2
  • Canali: 5
  • Sistema surround:
  • Wattaggio: 70
  • Peso: 800 grammi

Controlla il prezzo


Canton Movie 135 Home Cinema 5.1

Canton Movie 135 Home Cinema 5.1
Il migliore per rapporto qualità prezzo

Pro

  • Qualità del suono cristallino, anche a bassi volumi
  • Design compatto
  • Il suono non è mai distorto

Contro

  • Fornito senza cavo

Recensione

Questo impianto audio per casa è composto da un altoparlante centrale, due anteriori e due posteriori e un subwoofer amplificato. Gli altoparlanti anteriori hanno un design molto moderno (satelliti compatti a colonnina) e sono in grado di riprodurre un’ampia gamma di suoni, che non hanno nulla da invidiare ai prodotti appartenenti a una fascia di prezzo più elevata. Gli altoparlanti, invece, assicurano effetti sonori coinvolgenti e profondi, senza mai distorcere il suono.

Anche l’altoparlante centrale non delude e assicura un’esperienza sonora cristallina e una qualità di dialoghi superba durante la visione di un bel film. Sarà davvero difficile trovare un sistema surround simile per un prezzo conveniente come il Canton Movie 135.

Il subwoofer è di dimensioni generose e si accende e spegne automaticamente quando rileva il segnale. Grazie alla vasta gamma di impostazioni, vi sembrerà di essere davvero in una sala cinematografica.

È possibile montare i satelliti alla parete, se preferite e le staffe sono presenti nella confezione. Consigliamo di acquistare questo prodotto anche per chi è alla ricerca di un sistema home theatre esteticamente piacevole.

Specifiche

  • Numero di altoparlanti: 5
  • Canali: 5
  • Sistema surround:
  • Wattaggio: 620 Watt
  • Peso: 14,4 Kg

Controlla il prezzo


Logitech Z906

Logitech Z906
Il migliore per piccole stanze

Pro

  • Design ricercato
  • Manifattura di qualità

Contro

  • Collegamenti cablati
  • Non è presente una staffa per il fissaggio dei satelliti a parete

Recensione

Il miglior home cinema per piccole stanze è senza ombra di dubbio Logitech Z906, impianto 5.1, 4 satelliti, consolle di controllo con subwoofer e diffusore centrale. La manifattura è di qualità, ogni componente è solido e pesante, il design è ricercato rendendo l’estetica del prodotto molto gradevole.

Purtroppo, i collegamenti cablati costringono a stendere i cavi per collegare le varie parti tra loro; nota positiva – i cavi sono tutti presenti nella confezione, sufficienti per una stanza dalle dimensioni medie. Nella confezione non è presente nessuna staffa per il fissaggio dei satelliti a parete. In dotazione troverete anche un comodo telecomando. Il montaggio è semplice ed intuitivo, non servono particolari capacità tecniche.

Logitech Z906 è un sistema certificato THX, il suono è quindi di ottima qualità. Il suono è pulito e potente, alzando il volume l’equilibrio del suono si perde. Il rapporto qualità prezzo è molto buono, il sistema supporta gli standard Dolby Digital e DTS.

Specifiche

  • Numero di altoparlanti: 6
  • Canali: 5
  • Sistema surround:
  • Wattaggio: 1000 Watt
  • Peso: 11,35 Kg

Controlla il prezzo


Guida all’acquisto

Se desiderate il miglior home theatre, prima di acquistarlo dovrete prendere in considerazione e conoscere tutte le caratteristiche di questo impianto. Nella nostra guida all’acquisto potrete leggere tutto ciò che dovete sapere in merito a questi dispositivi e le nostre recensioni vi aiuteranno nella scelta del modello più adatto alle vostre esigenze. Prima di tutto vediamo insieme che cos’è un sistema home theatre, quali sono i vantaggi di averne uno e come funziona.

Cos’è un sistema home theatre?

I sistemi audio per tv sono strumenti composti da amplificatori e casse con lo scopo di riprodurre i contenuti audio come se vi trovaste in una sala cinematografica, a teatro o a un concerto. Per questo prima di scegliere un impianto piuttosto che un altro è importante tenere presente alcune caratteristiche che vi permetteranno di gustarvi film, programmi televisivi, musica e videogiochi in modo del tutto nuovo e coinvolgente.

L’impianto home theatre è di semplice montaggio, basterà collegare le varie parti al televisore smart o al lettore blu ray grazie al cavo audio. Alcuni prodotti sono home theatre senza fili, ovvero non sono collegati attraverso i cavi. La consolle distribuisce correttamente il suono alle varie parti, di modo che la cassa che deve attivarsi lo faccia senza alcun problema. Il metodo di installazione è quindi molto semplice e intuitivo, la maggior parte dei modelli non da problemi al momento dell’assemblaggio.

Cosa considerare prima di acquistare un sistema Home Cinema?

È molto importante imparare tutto ciò che si può prima di decidere di investire in un sistema home theatre, poiché può essere un acquisto piuttosto costoso a seconda del budget e delle preferenze.

Il costo di un buon home cinema può essere veramente elevato e dipenderà da che cosa desiderate acquistare, quale marca preferite e di quanti altoparlanti avete bisogno. Prima dell’acquisto quindi prendete in considerazione tutti i punti fondamentali per una scelta buona e ragionata, senza trascurare il budget a disposizione e perché desiderate aggiungere questo prodotto al vostro impianto sonoro.

Perché volete un impianto home theatre?

Un impianto home theatre è un acquisto abbastanza costoso ma di alta qualità, vi permetterà di trascorrere il vostro tempo libero davanti alla televisione ma con una qualità audio degna di una sala cinematografica.

Non è semplice acquistare un home cinema soprattutto per chi è nuovo in questo campo, ogni persona ha le proprie motivazioni per voler acquistare un impianto del genere. La scelta dipende dalle esigenze del consumatore, se lo desidera per guardare un film, lo sport, per ascoltare musica o per giocare.

Non è detto che per soddisfare tutti gli scopi e i diversi intenti degli acquirenti sia necessario un sistema home theatre costoso, è possibile optare per sistemi più economici ma con una buona qualità audio.

Qual è il vostro budget?

Un punto fondamentale da considerare prima dell’acquisto di un home theatre è il budget a disposizione. Il costo di un sistema audio può essere contenuto e partire all’incirca da 500 euro, ma in commercio troverete prodotti che arrivano a costare cifre veramente significative, anche fino a 50.000 euro, cioè il prezzo di un’auto o di un appartamento.

Ovviamente questi ultimi saranno sistemi professionali che solitamente non vengono installati in casa. Il costo dipende molto dalle marche ma anche dalla qualità del suono, dal dispositivo che intendiamo acquistare ma anche dalla stanza in cui verrà posizionato questo sistema audio.

Quanto spazio avete a disposizione per il vostro sistema Home Theatre?

Le dimensioni della stanza influiscono sulla scelta del sistema audio: è molto importante prendere in considerazione questo punto prima di procedere all’acquisto.

La posizione delle casse nella stanza è fondamentale per poter godere di una buona risoluzione audio. La distanza tra le casse è molto importante per capire da dove arriva il suono.

Non esistono comunque dimensioni ideali per una stanza che deve accogliere un sistema home theatre. Consigliamo di non scegliere stanze a forma di cubo, dove profondità, altezza e lunghezza si equivalgono. Una stanza rettangolare è la soluzione più adatta per l’installazione di un sistema home cinema.

Parliamo dei canali

Quando si installa un sistema dolby surround ci si chiede che cosa significhino i diversi canali:2.1, 5.1, 7.2.1, ecc. Cosa rappresenta ciascuno di questi numeri?

Il primo numero indica il numero di altoparlanti principali, il secondo numero il numero di subwoofer, il terzo numero indica il numero dei diffusori posti al di sopra dello spettatore:

  • Sistema Home Theatre – 3.1 canali: è un sistema audio a quattro canali che ha un subwoofer e tre altoparlanti principali. Un sistema 3.1 non è dotato di altoparlanti per il suono surround ma è focalizzato sul suono anteriore. Questa configurazione migliora l’audio effetto cinema.
  • Sistema Home Theatre – 5.1 canali: il sistema home theater 5.1 è una delle configurazioni più comuni ed è un sistema audio surround. Nella parte anteriore ci sono tre altoparlanti, destra, sinistra e centro, due altoparlanti nella parte posteriore della stanza uno a destra e uno a sinistra, con audio surround.
  • Sistema Home Theatre – 5.1.2 e oltre: come abbiamo sottolineato all’inizio del paragrafo, nel caso trovaste tre numeri che caratterizzano il sistema audio il loro significato è il seguente: il primo numero sono gli altoparlanti, il secondo i subwoofer e il terzo il numero dei diffusori.

Quali sono i diversi tipi di sistema Home Theatre?

In commercio potrete trovare diversi modelli di sistema home theatre, con o senza fili, con un numero di casse e altoparlanti diverso, di diversi prezzi e qualità. Sia on line che nei negozi potrete scegliere tra molti modelli, le face di prezzo sono varie, potrete spaziare da modelli economici, a quelli di media e alta qualità.

Soundbar

Questo non è un sistema ma una grande alternativa se si ha un budget ridotto. La soundbar è una barra audio per televisori che contiene altoparlanti, con o senza subwoofer, è possibile installarla sotto la televisione o a parete.

Il costo è di molto ridotto rispetto ad un impianto home theatre, anche l’installazione è molto più semplice e intuitiva. Alcuni modelli hanno la possibilità di predisporre il suono per canali ed è possibile migliorare il suono della soundbar con alcuni espedienti.

Solitamente le soundbar hanno un design elegante che si adatta a qualsiasi tipo di arredamento e l’ingombro è minimo: visivamente si presenta come una barra della lunghezza del televisore.

Home-theatre-in-a-box

Un sistema home theatre-in-a-box è un’ottima soluzione, soprattutto per principianti del settore, è un dispositivo che si trova a metà strada tra una soundbar e un home theatre. I prezzi di questi sistemi sono piuttosto economici. Potrete acquistare questi sistemi da rivenditori specializzati o online.

I sistemi home theatre in a box hanno tutti i componenti necessari per un buon funzionamento, ricevitore audio surround, gli altoparlanti e in alcuni modelli potrete avere un lettore Blu-ray, DVD o CD.

Il design di questi sistemi è compatto, si adatta a tutte le stanze in quanto non è per niente ingombrante.

Sistema home theatre assemblato

Un sistema home theatre assemblato è un’ottima soluzione per chi desidera risparmiare il più possibile. Con un unico acquisto potrete trovare tutti i componenti necessari per comporre il vostro sistema audio, in questo modo potrete risparmiare tempo nell’assemblaggio, e denaro.

Un sistema già assemblato ha un lato però negativo: non potrete scegliere ogni componente singolarmente, ma sarà il produttore a scegliere per voi. Questa soluzione è la migliore per chi non ha troppe pretese.

Sistema home theatre wireless

Il sistema wireless si differenzia dai precedenti perché è, appunto senza fili. Ciò significa che gli altoparlanti non sono collegati alla televisione attraverso dei cavi e non dovrete impegnarvi a nascondere i fili in canaline o dietro al mobilio.

Il vantaggio principale di un sistema wireless è sicuramente l’aspetto estetico e la possibilità di posizionare i satelliti in qualsiasi punto della stanza senza doversi preoccupare di cavi esposti. L’aspetto negativo per alcune persone risiede nella performance dell’home theatre che potrebbe essere inferiore alla controparte con cavo.

Il sistema home theatre wireless è adatto alle persone che sono alla ricerca di un prodotto versatile, innovativo e pratico.

Come costruire il vostro sistema Home Theatre?

Per costruire il vostro sistema home theatre dovrete prima di tutto pensare al tipo di televisore che avete e allo scopo per il quale avete deciso di acquistare un impianto home theatre. La vostra intenzione è ascoltare musica, gustarvi un buon film, uno spettacolo teatrale o un concerto come se foste al cinema o dal vivo.

Se non avete già un televisore o desiderate cambiarlo allora seguite i nostri consigli per l’acquisto anche di quest’ultimo. Ma non solo dovrete tenere conto degli altoparlanti, delle fonti video e di molto altro ancora.

Vediamo di seguito nel dettaglio di che cosa avrete bisogno e come costruire un home theatre.

Scegliere il giusto tipo di schermo

Per assemblare un buon sistema home theatre che soddisfi quelle che sono le vostre esigenze è fondamentale avere il tipo di schermo giusto.

Per godere di una buona immagine e gustarvi il vostro film preferito nel caso di un home cinema il minimo richiesto è un televisore con uno schermo almeno di 32 pollici, con una risoluzione minima di 1366 x 768.

Potrete optare per varie soluzioni, una tv con schermo LCD che rispetto al plasma tende ad essere meno ingombrante ma con un’immagine meno perfetta, in quanto luminosità e contrasto sono di una qualità inferiore.

Lo schermo al plasma invece vi restituirà un’immagine precisa, luminosa, perfetta; certamente uno schermo al plasma è più costoso di uno LCD.

Una buona soluzione può anche essere la TV proiettore, un grande schermo monoblocco che offre grandi immagini ad un costo contenuto, sul mercato potrete trovare anche molti proiettori usati.

Per avere la sensazione di essere al cinema optate per un videoproiettore che proietterà appunto l’immagine su schermo o parete. In commercio ci sono vari tipi di proiettori tra cui scegliere: Il videoproiettore LCD, il videoproiettore tri-LCD, Il videoproiettore DLP-DMD, il videoproiettore CRT.

Fonti video

Negli impianti home theatre il DVD è ormai il più gettonato, potrete iniziare con un lettore con convertitore audio a 24 bit e frequenza di 192 kHz, o convertitori video a 10 bit con frequenza di 54 MHz. Il lettore deve poter leggere più formati DVD-audio, VCD, SACD, DVD, DVD-R / RW, MP3, DIVX, DIVX, DVD+R / RW.

Per connettere il lettore al vostro apparecchio televisivo sarà sufficiente una SCART se avete una TV classica, se avete uno schermo LCD o al plasma scegliete un lettore YUV o con un’uscita audio – video HDMI o DVI. Per una qualità video e suono senza eguali scegliete un lettore DVD Blu-ray, il limite però è che non potrà riprodurre tutti i formati, la scelta di un lettore DVD Blu-ray è consigliata a chi ha già un televisore ad alta tecnologia.

Altoparlanti per l’Home Theatre

Vediamo ora nel dettaglio quali altoparlanti acquistare per il sistema home cinema. I grandi altoparlanti richiedono una grande alimentazione dal ricevitore. Per costituire il vostro sistema audio avrete bisogno di altoparlanti anteriori per ambiente e musica, altoparlanti surround per un suono che si espanda nello spazio rendendolo dinamico e un altoparlante centrale per rendere al meglio i dialoghi.

Oltre agli altoparlanti avrete bisogno di un subwoofer per i suoni gravi e acuti emessi dagli altoparlanti. Potrete optare per un impianto stereo per casa chiamato 2.1 con subwoofer e altoparlanti stereo, o un 5.1, 6.1. o 7.1, con sette altoparlanti, con un impianto del genere vi sembrerà di essere al cinema. Tutto ciò dipenderà dallo spazio che avete e da ciò che desiderate ottenere dal vostro sistema audio. Potrete acquistare diversi modelli di altoparlanti, a colonne built-in, compatti a biblioteche. Il subwoofer restituirà come abbiamo già sottolineato i suoni gravi che non riescono ad essere riprodotti dagli altoparlanti. L’amplificatore è un altro elemento fondamentale, infatti alimenterà altoparlanti e subwoofer.

Collegare un altoparlante centrale

Un altoparlante centrale nasce per riprodurre i suoni del parlato, dei dialoghi nei film o nei programmi televisivi. Una certa gamma di suoni verrà quindi riprodotta solamente dall’altoparlante centrale.

Questo altoparlante viene installato frontalmente al punto d’ascolto, sopra o sotto il televisore, in quanto deve riprodurre quei suoni che provengono dal primo piano del film o del programma. Le colonne sonore invece verranno riprodotte dai diffusori, mentre il parlato verrà trasmesso dall’altoparlante centrale.

Se volete godere a pieno di un buon audio sia che ascoltiate un film, della musica, una rappresentazione teatrale o un semplice programma televisivo, non potrete fare a meno dell’altoparlante centrale. Un altoparlante centrale con un set 3.0 a volte viene paragonato ad una soundbar, una soundbar è, come abbiamo più volte detto, un impianto audio costituito da un’unica barra dove all’interno troverete gli altoparlanti e un eventuale subwoofer; l’altoparlante centrale non è la solita cosa perché esso riproduce i suoni del parlato e non le colonne sonore.

Aggiungere un subwoofer

Un’aggiunta importante al vostro impianto home theatre è il subwoofer, il diffusore acustico che riproduce i rumori e i suoni a bassa frequenza. In commercio potrete trovare subwoofer attivi o passivi.

I subwoofer attivi sono dotati di amplificatore interno e quindi direttamente collegabili al decodificatore; i subwoofer passivi non hanno sezioni di amplificazione e hanno bisogno di un’uscita o un amplificatore dedicato.

Altra importante distinzione va fatta tra subwoofer mono o stereo, essendo le frequenze destinate al subwoofer basse, anche un subwoofer mono e non stereo fa tranquillamente il suo lavoro. I subwoofer si distinguono poi in bass reflex o a sospensione pneumatica. Vantaggi e svantaggi sono presenti in ognuna di queste soluzioni.

L’installazione di questo accessorio non è delle più semplici e richiede un po’ di pratica e se non siete pratici di qualche tentativo. La regolazione del subwoofer è poi una questione molto personale, dipenderà quindi da che cosa vorrete ottenere.

Ricevitori per home theatre

Per scegliere un ricevitore home theatre dovete considerare alcune cose. Prima di tutto dovete pensare se collegare altoparlanti e amplificatore a un televisore o a uno stereo. Se avete intenzione di ascoltare musica è più adatto un ricevitore stereo e se vedete un film e volete un suono surround dovrete selezionare un ricevitore AV.

Quando acquistate un ricevitore assicuratevi che abbia abbastanza canali per tutti gli altoparlanti; per un suono surround il numero di canali consigliato è almeno di 5. Prima di scegliere un ricevitore ragionate a quale sorgente volete connettere il dispositivo; se volete riprodurre musica senza fili avrete bisogno del Wi-Fi, così da poter avere musica direttamente da tablet o smartphone.

Se desiderate la migliore risoluzione video optate per immagini in 4k, anche se non avete una televisione con il 4K integrato assicuratevi di poter collegare qualsiasi lettore che sia DVD o Apple TV. I ricevitori AV possono riprodurre i formati Dolby Atmos e DTS. Inoltre, i ricevitori AV multi-room riproducono in due stanze diverse programmi diversi su dispositivi differenti, come due televisori. Il ricevitore AV, audio / video o home cinema, riceve, interpreta ed elabora i segnali audio in ingresso e successivamente li invia alla loro destinazione, ovvero altoparlanti e televisore. Come già sottolineato questo modello di ricevitore include almeno 5 altoparlanti per altrettanti canali. Oggi molti sistemi home cinema hanno più di 5 altoparlanti, alcuni ne hanno anche 12, per creare il miglior effetto possibile.

Il ricevitore stereo invece è un altro tipo di ricevitore che comprende due amplificatori uno per ciascun canale; questo tipo di amplificatore viene maggiormente utilizzato per l’ascolto della musica. Gli amplificatori, che come abbiamo detto sono in numero di due, alimentano altrettanti altoparlanti stereo; infatti, con il ricevitore stereo non si ottiene l’effetto surround.

Prima di procedere all’acquisto di un ricevitore dovrai quindi fare diverse considerazioni, e non solo sullo scopo che vuoi raggiungere grazie all’impianto home theatre, ma dovrai tenere sempre conto della stanza in cui andrai a installarlo, alle sue dimensioni, alla forma, ai mobili, ma non tralasciare il tuo stile e i tuoi gusti, con un occhio sempre al portafogli. Come detto più volte questi sono impianti molto costosi che partono da cifre abbastanza alte.

Cavi dei diffusori

Per avere un ottimo impianto home theatre non basta avere l’ultimo modello di televisore uscito sul mercato o i migliori diffusori. Per avere una resa ottimale dal vostro impianto anche i cavi devono essere di ottima qualità. Risparmiare proprio sui cavi non è quella che si dice una buona idea. Gli esperti sostengono che sia necessario spendere almeno il venti per cento del proprio budget nell’acquisto dei cavi.

La scelta dei cavi però non è cosa semplice, soprattutto per un neofita. Il cavo ha un ruolo passivo, attraverso esso viaggiano semplicemente i dati trasmessi dalla consolle ai ricevitori, quindi non decodificano o modificano alcun segnale. Le parti che costituiscono un cavo sono tre: il conduttore, la guaina protettrice e il connettore.

I cavi RCA analogici sono i più comuni cavi audio, i colori che li contraddistinguono sono il bianco e il rosso. Questi cavi si usano per connettere lettori Blu-ray, DVD o media player digitali.

Altri cavi molto usati sono i cavi di collegamento per diffusori audio che si collegano poi all’unità centrale dell’hi-fi o del Dolby surround. La diffusione della musica in formato digitale ha fatto sì che nascessero nuovi tipi di cavi come il TOSLINK, realizzato in fibra ottica. Tra i cavi video, il più comune è il cavo composito di colore giallo per distinguerlo dai cavi audio RCA.

Per i televisori HD e altre periferiche di alta qualità il migliore è il cavo DVI, distinguibile per il suo connettore a 18 pin. Il cavo S – video è un altro cavo solo per video. Tra i cavi audio-video il cavo coassiale è rimasto solo per i collegamenti per antenna TV e antenna parabolica; per i dispositivi di ultima generazione vengono usati i cavi HDMI.

Altoparlanti senza fili o con fili

Per il vostro impianto home theatre potrete decidere di acquistare altoparlanti con o senza fili. Gli altoparlanti con fili trasmettono in modo migliore il suono, ciò non è un concetto soggettivo ma assolutamente oggettivo, infatti attraverso il cavo vengono trasmessi un maggior numero di dati piuttosto che attraverso delle onde di frequenza. La qualità migliore quindi ve la daranno gli alto parlanti con filo. Certo gli altoparlanti con filo hanno i loro svantaggi, dovrete infatti pensare ai fili che correndo nella stanza dovranno trovare il loro alloggio per non creare un impedimento.

E se il con fili è meglio del senza fili in molti scelgono altoparlanti senza fili? Perché come in tutte le scelte c’è sempre un compromesso. La tecnologia è in continua evoluzione, ed ha accorciato le differenze qualitative tra con o senza filo. Alcuni impianti wireless si avvicinano molto a quelli con filo, e trovare le differenze è veramente difficile. Il divario tra i due modelli di impianto si nota maggiormente quando la qualità aumenta. Nei prodotti di bassa e media qualità la differenza non si nota. Il sistema wireless è la caratteristica più importante per un sistema audio privo di fili. Più la connessione è buona più il sistema audio senza fili funziona meglio.

Calibrazione della stanza

Ogni stanza è diversa, per questo ciò diventa un punto da tenere ben presente quando andiamo a realizzare un impianto home theatre. Oltre al posizionamento degli altoparlanti all’interno della stanza, ci sono molti altri punti da tenere in considerazione. È vero comunque che un buon punto di partenza è proprio la posizione delle casse, l’assetto migliore dipenderà comunque dai vostri gusti e da quello che desiderate ottenere dal vostro impianto e dal fine di utilizzo. Anche piccoli aggiustamenti nel posizionamento degli altoparlanti può fare la differenza.

L’home theatre è un po’ come un teatro, il suono deve essere ricco e profondo. Perché il vostro sistema sia perfetto tra la sorgente del suono e voi non si deve frapporre niente, nessun tipo di ostacolo come il mobilio, unica eccezione il subwoofer che non segue le solite regole del resto dell’apparecchiatura. Contribuiscono a migliorare il suono la forma della stanza, preferibile la stanza rettangolare a quella quadrata, l’altezza dei soffitti, la metratura, il materiale del pavimento. Inoltre, una stanza spoglia non sarà la soluzione migliore per avere un buon suono, tappeti e tende aiutano ad assorbire i suoni riflessi. In alcuni casi potreste trovarvi costretti a cambiare alcune cose all’interno della stanza prescelta per l’home cinema per avere una resa dl suono ottimale.

Impermeabilizzazione acustica per una migliore esperienza sonora

La correzione acustica minimizza le riflessioni indesiderate, per questo per avere un ottimo risultato sonoro dal vostro home theatre dovreste occuparvi per prima cosa della stanza che lo accoglierà. Prendete in considerazione gli spazi all’interno del vostro appartamento o della vostra casa, quale potrebbe essere la migliore scelta per divani, poltrone e complementi d’arredo come tende e tappeti.

Considerato il fatto che un buon risultato si raggiunge se avete oltre a un buon impianto home cinema anche un buon televisore, dovreste pensare anche all’insonorizzazione della stanza. Scegliete per la vostra insonorizzazione dei pannelli fonoassorbenti, questi ultimi faranno il modo che il suono oltre a non disturbare all’esterno non si rifletta sulle pareti diventando fastidioso per chi si trova invece all’interno della stanza. Se la stanza è troppo illuminata per la presenza di numerose finestre, optate per doppi tendaggi alle finestre. La stanza non deve essere troppo piccola, deve essere arredata, e non troppo vuota, poltrone, divani, tappeti e tende aiutano ad assorbire il suono. Anche il pavimento e il materiale di cui è costituito è importante. Gli arredi assorbiranno il suono evitando fastidiosi rimbalzi, anche i cuscini, le copri sedute e le coperte sono un valido aiuto per assorbire le onde sonore.

Ovviamente se la vostra casa è già arredata e non avete intenzione di cambiare arredamento della sala home cinema potete pensare di spostare l’arredamento già presente perché il suono renda nel migliore dei modi. La stanza non dovrebbe avere le forme di un cubo ma piuttosto dovrebbe essere rettangolare, non deve essere troppo piccola e soffitti non devono essere troppo alti. Quale stanza scegliere? Il salotto o il soggiorno solitamente sono le due stanze della casa più facilmente convertibili in una sala cinema, le due funzioni con qualche accorgimento possono tranquillamente convivere.

Migliori marche di home theater

Prima di procedere all’acquisto del vostro home cinema, dovrete prendere in considerazione quali marche possano soddisfare le vostre esigenze. Le migliori marche in commercio, per quanto riguarda il sistema home theatre, sono: Kef, Jamo, Auna, Canton, Logitech.

Kef

Kef è un’azienda britannica, fondata dall’ingegnere elettrico Raymond Cooke nel 1961 a Tovil, Maidstone, Kent. Kenf è un marchio molto conosciuto nel mondo della musica e degli altoparlanti. Negli ultimi anni Kef ha lanciato prodotti unici come Blade, LS50 ed LS50 Wireless e le diffuse Serie Q ed R.

Jamo

A Glyngore in Danimarca, un falegname di nome Preben Jacobsen costruisce altoparlanti. Solo due anni dopo coinvolgerà nel suo progetto il cognato Julius Mortensen. Dai loro nomi deriva il marchio Jamo. Un milione di altoparlanti verranno prodotti dall’azienda entro il 1978.

Auna

Fondata a Berlino nel 2007, da un gruppo di appassionati di cinema e musica. Il marchio fonde design e sound cercando di portare nelle case il miglior intrattenimento audio. Attualmente il marchio è presente in venti paesi, offrendo un suono ricco, avvolgente e coinvolgente.

Canton

Canton è una delle aziende leader nella produzione di altoparlanti di alta qualità, la gamma di prodotti venduti da questo marchio sono: altoparlanti HiFi, altoparlanti bluetooth, altoparlanti intelligenti, altoparlanti per home cinema, altoparlanti di fascia alta e altoparlanti integrati.

Logitech

Azienda svizzera leader per qualità e innovazione. Logitech è stata fondata a Losanna nel 1981, successivamente si è trasferita nella Silicon Valley. Il design è centrale nello sviluppo dei prodotti Logitech, con prodotti venduti in tutto il mondo, oggi è un’azienda multimarca. Tra i marchi ci sono: Blue Microphones, ASTRO Gaming, Jaybird, Logitech G, Streamlabs, Ultimate Ears.

FAQ

Qual è meglio: soundbar o sistema Home Theatre?

Non c’è una risposta giusta o sbagliata alla domanda meglio soundbar o home theatre, una soundbar è essenzialmente un impianto audio costituito da un’unica barra all’incirca lunga quanto il televisore ed installata sotto di esso o a parete, il costo è di solito più contenuto rispetto ad un impianto home theatre, costituito da più altoparlanti. L’home cinema è un sistema più completo e costoso.

Quanto costa costruire un Home theatre?

Costruire un home theatre è molto costoso, i prezzi variano a seconda del prodotto scelto. Potreste comprare un home cinema wireless o un home theatre bluetooth, o un classico home cinema con cavi, il prezzo varia anche per questo.

Come faccio a scegliere un sistema audio per la mia casa?

Per scegliere un sistema audio per la vostra casa dovrete tenere presenti alcuni punti fondamentali che vanno dalle caratteristiche proprie del prodotto, alla grandezza della stanza dove vorreste installarlo, e da non sottovalutare anche il vostro budget.

Qual è il miglior sistema audio surround economico?

Il migliore economico è AUNA Areal 652 Edition, composto da cinque altoparlanti satellite e da un subwoofer attivo con emissione laterale.

Di quanti altoparlanti ho bisogno per il Dolby Atmos?

Per il Dolby Atmos la configurazione più comune è 5.1.2, classica configurazione 5.1 con l’aggiunta di due diffusori a soffitto centrali.

Qual è il diffusore più importante in un home theatre?

Il diffusore più importante in un home theatre è sicuramente il diffusore centrale.

Quanto dovrebbe essere grande una sala cinema?

Le misure ideali di una sala cinema dovrebbero essere di 20 – 25 metri quadri. Le più adatte sono le stanze rettangolari, quelli quadrate non sono le migliori per un impianto home cinema.

Gli home theater valgono la pena?

Assolutamente si, i sistemi home theatre renderanno al vostra esperienza sonora indimenticabile.

Conclusione

Se state pensando di acquistare un sistema home theatre, come abbiamo più volte sottolineato, dovrete tenere in considerazione diversi punti fondamentali. Dal modello, alla dimensione e alla forma della stanza dove deciderete di installare il vostro impianto, al vostro budget e alla marca che sceglierete.

Leggendo la nostra guida all’acquisto e le nostre recensioni potrete farvi un’idea sui modelli in commercio e sulle migliori marche e aziende che producono i sistemi home cinema. Fondamentale è anche tenere presenti le opinioni degli altri utenti, le loro considerazioni ed esperienze.

Clicca per votare questo post!
Totale: 0 Media: 0
Back to top button