ottimiprodotti.it dedica molte ore alla ricerca e ai test per aiutarti a trovare i prodotti migliori da acquistare. Ogni prodotto viene selezionato in maniera indipendente dal nostro team. Se acquisti qualcosa tramite i link dei nostri contenuti, possiamo guadagnare una piccola commissione.

Le migliori cuffie da gaming del 2021

Con così tante opzioni disponibili, la scelta delle cuffie da gaming giuste può essere ardua. Quale modello vi farà vivere al meglio l’esperienza di gioco, riproducendo i suoni delle esplosioni più epiche o una camminata in punta di piedi in modo chiaro e accurato? Quale microfono vi servirà affinché la voce del vostro personaggio non sembri debole e piatta? E quali cuffie possono essere indossate per ore senza affaticare orecchie, testa e collo?

Anche noi ci siamo incuriositi e abbiamo passato ore a ricercare e confrontare specifiche, risultati di test indipendenti, opinioni di esperti e, naturalmente, recensioni di giocatori devoti. Per selezionare i cinque modelli nella nostra classifica abbiamo considerato più di 200 cuffie da gaming di quasi 30 produttori. Attualmente, ci sono molte buone opzioni per tutti i budget e le esigenze di gioco, ma anche alcune che si sono rivelate deludenti.

Alla fine, abbiamo selezionato le cinque cuffie migliori in grado di offrire il massimo del suono, della qualità di registrazione e del comfort. Nelle nostre recensioni sulle cuffie da gaming spieghiamo anche le principali differenze tra modelli simili nel caso in cui troviate difficile scegliere. Infine, se vi sentite persi nelle specifiche o non riuscite a decidere tra un modello con cavo o wireless, stereo o surround, analizziamo i pro e i contro dei diversi tipi di cuffie nella nostra guida all’acquisto di seguito.

HyperX Cloud Alpha

HyperX Cloud Alpha
Le migliori nei test

Pro

  • Qualità del suono molto buona e ben bilanciata
  • Elevato comfort e vestibilità regolabile
  • Registrazioni vocali chiare e microfono regolabile
  • Design robusto e duraturo
  • Cavo e microfono sono staccabili
  • Conveniente

Contro

  • Il design chiuso sul retro limita la traspirabilità
  • Nessun suono surround o opzioni di personalizzazione

Recensione

Le cuffie HyperX Cloud Alpha sono un eccellente modello di fascia media, molto apprezzato da esperti e appassionati di giochi. Forniscono un suono stereo ampio e dettagliato e vi faranno sentire a vostro agio anche dopo ore di utilizzo, il tutto ad un prezzo conveniente. Poiché l’Alpha è un modello cablato e ha una spina a 4 poli da 3,5 mm, non c’è da preoccuparsi della compatibilità della console o del dispositivo: funziona alla grande con PC, PlayStation, Xbox, Nintendo Switch, tablet e cellulari. Il microfono e il cavo sono rimovibili e possono essere sostituiti senza grosse spese in caso di danni.

A causa dei loghi rosso fuoco, l’HyperX Cloud Alpha non è il set più discreto e la sua estetica è chiaramente rivolta ai giocatori. Tuttavia, ogni componente sembra robusto, durevole e realizzato con materiali di alta qualità. I grandi padiglioni auricolari e l’archetto sono generosamente imbottiti con memory foam, offrendo un elevato comfort. Il set è leggero e facilmente regolabile per adattarsi anche ad utenti con testa più grande della media o occhiali, senza creare fastidi. Poiché si tratta di cuffie chiuse, i padiglioni auricolari in similpelle creano una tenuta ermetica sull’orecchio, fornendo un migliore isolamento acustico. Tuttavia, questo design limita in qualche modo la traspirabilità e le vostre orecchie potrebbero soffrire il caldo con un uso prolungato (se questo aspetto vi infastidisce, prendete in considerazione le cuffie con un design aperto).

Il suono restituito dalle cuffie HyperX Cloud Alpha è accurato e coinvolgente, con una qualità eccellente per il prezzo. Tuttavia, non ci sono molte opzioni di personalizzazione. Il set dispone di controlli di base per la regolazione del volume e la disattivazione del microfono, ma mancano controlli più avanzati o software di accompagnamento. Fortunatamente, la maggior parte degli utenti ama il suono di Cloud Alpha con le impostazioni di default. I bassi sono leggermente potenziati ma non dominano le altre frequenze. I medi sono dettagliati e ben bilanciati, consentendo di distinguere chiaramente i suoni più delicati come il vento, i passi o le voci di sottofondo. Gli alti potrebbero essere leggermente più dettagliati e meglio articolati, ma il profilo sonoro complessivo funziona alla grande per i giochi ed è soddisfacente anche per altri usi. La perdita di suono è minima, è quindi improbabile che disturberete colleghi o coinquilini con questo set.

Il microfono ad asta rimovibile offre una buona qualità di registrazione. Elimina efficacemente la maggior parte dei suoni di sottofondo e quelli che continuano a passare non disturbano la comunicazione. Il microfono è anche pieghevole e può essere facilmente regolato (o rimosso del tutto) se non volete far sentire al vostro team ogni vostro respiro. Nei test, Cloud Alpha ha restituito registrazioni vocali chiare e dettagliate con artefatti di elaborazione minimi. Sebbene ci siano cuffie di fascia alta con microfoni migliori, l’Alpha offre tutta la qualità di cui un giocatore medio ha bisogno.

Per quanto riguarda gli svantaggi, oltre a non avere un software per le opzioni di personalizzazione, l’Alpha non ha nemmeno il suono surround. La sua evoluzione (più costosa), ovvero l’HyperX Cloud Alpha S, ha un suono surround 7.1 virtuale e uno schema di controllo audio separato, ma le opinioni degli utenti sono contrastanti. Alcuni amano l’effetto, mentre altri trovano l’Alpha S meno chiaro rispetto al suo predecessore.

Un altro modello simile alla nostra prima scelta è l’HyperX Cloud II, che ha il vantaggio di possedere controlli del microfono aggiuntivi. Gli utenti che hanno provato entrambe le cuffie riferiscono che le Cloud II sono un po’ più comode, ma le Cloud Alpha suonano leggermente meglio. Inoltre, le Cloud II non hanno un cavo staccabile, quindi dovreste sostituire l’intero auricolare in caso di danni.

Per riassumere, HyperX Cloud Alpha offre attualmente la migliore combinazione di suono, qualità di registrazione e comfort se il vostro budget è inferiore a 100 euro. Con questo set riscoprirete i vostri giochi preferiti sotto una luce più coinvolgente senza spendere una fortuna, mentre il suo design con materiali durevoli e parti staccabili garantisce un’eccellente durata.

Specifiche

  • Tipologia: Con cavo (1.3 m)
  • Padiglioni auricolari: Chiusi
  • Dimensioni driver: 50 mm
  • Frequenza di risposta: 13 Hz – 27 000 Hz
  • Suono surround: No
  • Peso: 336 g

 

Controlla il prezzo


SteelSeries Arctis Pro Wireless

SteelSeries Arctis Pro Wireless
le migliori cuffie da gaming wireless

Pro

  • Eccellente qualità del suono con opzioni di personalizzazione
  • Buon comfort e vestibilità regolabile
  • Ottima qualità di registrazione vocale con opzioni di personalizzazione
  • Design robusto, duraturo e di classe
  • Supporta la connessione wireless, Bluetooth e cablata
  • Offre un suono surround virtuale

Contro

  • Alcuni utenti trovano la fascia elastica scomoda
  • Su Xbox One, la connessione wireless è limitata al solo audio
  • Molto costose

Recensione

Se volete abbandonare i cavi ma senza sacrificare la qualità del suono, le cuffie gaming SteelSeries Arctis Pro Wireless sono la scelta migliore. Questo modello di fascia alta combina un eccellente comfort di gioco, audio ricco e DTS Headphone: suono surround X, rappresentazione naturale del parlato e connettività senza ritardi. E grazie alle batterie sostituibili, non dovrete mai più mettere in pausa una sessione di gioco per attendere la ricarica.

Il design in-box è elegante e discreto, perfetto per un uso misto, mentre gli utenti possono anche ordinare accessori aggiuntivi dal produttore. Gli Arctis Pro Wireless sono realizzati principalmente in plastica robusta, mentre l’archetto ha un’anima in metallo. La parte più innovativa è l’elastico ispirato alla maschera da sci che assicura una vestibilità più aderente. Alcuni utenti trovano questo design privo di espandibilità, mentre altri lodano l’innovazione, ammettendo che la testa e il collo si sentono meno stanchi rispetto ai modelli tradizionali.

Il microfono non è staccabile, ma può essere ritirato nella coppa sinistra e si regola facilmente. La batteria rimovibile è nascosta nella parte destra sotto una piastra posteriore magnetica. Ciò rende lo scambio così semplice che potrete farlo con una mano sola. Inoltre, due batterie sono incluse nella confezione. Ciascuna di queste dura più di 10 ore e la ricarica impiega circa un decimo, dunque potrete continuare a giocare per ore.

I controlli si trovano sui padiglioni auricolari. Sul lato sinistro, troverete la rotella del volume e il pulsante di disattivazione del microfono; a destra ci sono i pulsanti di accensione e Bluetooth. Il trasmettitore incluso con uno schermo OLED offre una riproduzione audio ad alta risoluzione. Grazie ad esso, potrete anche modificare le impostazioni del suono, passare da un preset EQ a un altro e attivare o disattivare il suono surround simulato. Ultimo ma non meno importante, il trasmettitore funge anche da caricabatteria.

La natura wireless non influisce sulla qualità del suono di queste cuffie. Potrete godervi bassi ricchi, medi chiari e alti dettagliati, con opzioni per personalizzare l’audio in base alle preferenze individuali tramite il trasmettitore o il software desktop di accompagnamento. La qualità del suono corrisponde alle migliori cuffie da gioco cablate e il ritardo è praticamente impercettibile, rendendo questo modello ottimo non solo per i giochi, ma anche per guardare i film.

Il microfono si adatta perfettamente all’audio, con una qualità di registrazione impressionante e capacità di gestione del rumore eccezionali. I dialoghi suonano corposi e chiari; tuttavia, alcuni utenti segnalano un leggero sibilo. Se si verifica il problema, la regolazione delle impostazioni del microfono può ridurre al minimo l’effetto. Sfortunatamente, il microfono non può essere rimosso e sostituito, ma sembra robusto e non dovrebbe deludere.

Un altro vantaggio cruciale di questo auricolare wireless è che supporta anche la connessione Bluetooth e cablata, offrendo opzioni per connettere tutte le console e i dispositivi. Tenete presente che, su Xbox One, la connessione wireless è limitata al solo audio. Dovrete collegare il cavo per usufruire del supporto completo per audio e microfono. Pertanto, Arctis Pro Wireless funziona meglio su PS4 o PC. Se desiderate un auricolare wireless premium per Xbox, SteelSeries Arctis 9X offrirà un’esperienza migliore.

Non riusciamo a trovare molti difetti a questo set, a parte il prezzo che potrebbe essere troppo alto per un giocatore medio. Le SteelSeries Arctis Pro Wireless hanno una costruzione, audio e qualità del microfono altrettanto impressionanti rispetto alle loro rivali di fascia alta, ma le batterie sostituibili, le opzioni di connessione extra e il ritardo estremamente basso le rendono una scelta migliore. Se non avete bisogno del Bluetooth e della comodità delle batterie sostituibili, potete anche prendere in considerazione SteelSeries Arctis 7 2019 Edition. Si tratta di un altro modello wireless solido e amato dagli utenti, ma ad un prezzo più conveniente.

Specifiche

  • Tipologia: Wireless (connettività fino a 12m)
  • Padiglioni auricolari: Chiuso
  • Dimensioni driver: 40 mm
  • Frequenza di risposta: 10 Hz – 40 000 Hz
  • Suono surround: Sì (virtuale)
  • Peso: 357 g

 

Controlla il prezzo


Corsair HS60 Pro

Corsair HS60 Pro
Il miglior rapporto qualità-prezzo

Pro

  • Buona qualità del suono con bassi leggermente enfatizzati
  • Buon comfort per la maggior parte degli utenti
  • Microfono staccabile e regolabile con una qualità di registrazione decente
  • Design robusto e duraturo
  • Suono surround virtuale
  • Convenienti

Contro

  • La precisione dei medi e degli acuti potrebbe essere leggermente superiore
  • Il microfono non blocca bene i suoni circostanti
  • Il suono perde leggermente a volumi più alti
  • Il design chiuso sul retro limita la traspirabilità

Recensione

Le cuffie da gioco economiche spesso sacrificano il comfort e la qualità del suono per offrire un prezzo inferiore, ma Corsair HS60 Pro supera le rivali in entrambi gli aspetti. Il connettore da 3,5 mm consente di utilizzare queste cuffie con il PC, le console e altri dispositivi. Il microfono ad asta è staccabile (una rarità a questo costo) e suona bene; Inoltre, potrete persino giocare con il suono surround virtuale 7.1. Questa combinazione di funzioni rende Corsair HS60 Pro un’opzione perfetta per i giocatori alla ricerca di un set affidabile e versatile ad un prezzo sostenibile.

Le cuffie Corsair si sono guadagnate il nostro rispetto per l’utilizzo di materiali di alta qualità e per il design discreto. Il telaio è realizzato in alluminio, che dona al set una sensazione di solidità. C’è una spessa imbottitura in memory foam sull’archetto e sulle cuffie stesse, che crea una tenuta salda e offre un ottimo isolamento acustico. Indossato su teste più grandi, il Corsair HS60 Pro potrebbe sembrare più stretto della nostra prima scelta e gli utenti con gli occhiali potrebbero provare una sensazione di costrizione. Ma l’HS60 Pro si farà sentire molto meno dopo ore di gioco rispetto ad altri auricolari economici. Il cavo non è rimovibile (se si rompe, dovrete acquistare delle nuove cuffie), ma è intrecciato per una maggiore durata.

Il profilo audio dell’HS60 Pro è leggermente inferiore. Funziona bene per la maggior parte dei giochi ma non impressionerà gli audiofili. Le esplosioni e le sparatorie sembreranno sensazionali (proprio come i beat hip-hop), mentre la precisione dei medi e degli alti è soddisfacente. Le cuffie HS60 Pro suonano leggermente più aspre e meno piacevoli dei set di fascia alta, ma potrete comunque distinguere chiaramente voci, passi e toni sfumati. La qualità audio complessiva è molto buona per il prezzo.

Anche il microfono è all’altezza di altri auricolari economici. Non blocca bene i suoni circostanti e c’è anche qualche perdita se usate volumi più alti. Tuttavia, le registrazioni vocali sono chiare e di facile comprensione. I dialoghi non suonano corposi come potrebbero, ma ben si adattano alle esigenze di gioco. Inoltre, preferiamo il microfono delle HS60 Pro rispetto ad altri modelli economici, in quanto può essere facilmente regolato o staccato. I controlli del volume e della disattivazione dell’audio si trovano nella parte sinistra.

Infine, HS60 Pro ha un suono surround virtuale 7.1 sul PC se si utilizza l’adattatore USB incluso. Le opinioni degli esperti e degli utenti sulla funzione sono contrastanti, con molti che ammettono che il suono diventa più confuso rispetto allo stereo. Tuttavia, c’è anche un semplice equalizzatore che potrete regolare e, in alcuni giochi, questo potrebbe aiutare a cogliere meglio i segnali direzionali.

Ad essere sinceri, Corsair produce diverse cuffie economiche degne di attenzione; ad esempio, l’aspetto e le prestazioni del set HS50 sono molto simili alla nostra prima scelta. I bassi sono meno pronunciati, creando un profilo sonoro più bilanciato che alcuni utenti preferiscono. Tuttavia, l’HS50 non dispone di audio surround. Al momento della stesura di questo articolo, entrambi i modelli hanno un prezzo molto simile; quindi, potreste anche acquistare il set HS60 Pro con il suo dongle USB e provare a vedere se vi piace il 7.1 virtuale o meno.

Se desiderate un auricolare ancora più economico, il Corsair HS35 si comporta in modo decente ed è ugualmente comodo. Ma il suono è meno bilanciato, con bassi rimbombanti e troppo enfatizzati e medi ed alti mediocri.

Specifiche

  • Tipologia: Con cavo (1,8 m)
  • Padiglioni auricolari: Chiusi
  • Dimensioni driver: 50 mm
  • Frequenza di risposta: 20 Hz – 20 000 Hz
  • Suono surround: Sì (virtuale)
  • Peso: 317 g

 

Controlla il prezzo


Logitech G Pro X

Logitech G Pro X
Ideali per usi vari

Pro

  • Qualità del suono molto buona e ben bilanciata con opzioni di personalizzazione
  • Buon comfort e vestibilità regolabile
  • Eccellente qualità di registrazione vocale con opzioni di personalizzazione
  • Design robusto, duraturo e di classe
  • Cavo e microfono sono staccabili
  • Suono surround virtuale

Contro

  • Alcuni utenti ritengono che i bassi siano carenti
  • Il design chiuso sul retro limita la traspirabilità

Recensione

Se desiderate cuffie da gaming che non solo garantiscano un’esperienza di gioco top, ma possano anche essere utilizzate per strada o in ufficio, vi consigliamo Logitech G Pro X. Hanno un design elegante ma confortevole e combinano un suono eccezionale, microfono eccellente ed un sacco di opzioni di personalizzazione dell’equalizzazione. Questo set cablato è compatibile con tutte le console e i dispositivi e viene fornito anche con una scheda audio USB, che offre un suono surround virtuale 7.1 quando si utilizza un PC.

La qualità complessiva delle cuffie G Pro X è sorprendente. Ad esempio, nella confezione sono presenti due paia di padiglioni auricolari. Entrambi sono chiusi e imbottiti con memory foam, ma uno è rivestito in ecopelle (che offre una tenuta più stretta e un migliore isolamento acustico), mentre l’altro è rivestito in velour (fornisce una migliore traspirazione). L’archetto ha una robusta struttura in metallo e le cerniere, ed è anche ben imbottito. L’aspetto generale è elegante ma discreto, senza dettagli evidenti che potrebbero attirare gli sguardi se indossate questo set per strada.

Sia il microfono che il cavo sono rimovibili e possono essere sostituiti. Ci è piaciuto il fatto che ci sono due cavi inclusi nella confezione con diversi telecomandi in linea. Quello intrecciato è pensato per il gioco; ha una rotella del volume e un interruttore per disattivare il microfono. Il cavo di plastica (dall’aspetto standard) è progettato per i telefoni cellulari; i controlli in linea consentono di riprodurre e mettere in pausa la musica, ma, stranamente, non c’è la rotella per la regolazione del volume.

Logitech G Pro X suona alla grande fin dal primo momento, con bassi leggermente potenziati e medi e alti impressionanti. Come accennato in precedenza, è possibile utilizzare la scheda USB inclusa sul PC per aggiungere il suono surround DTS. Qui potrete anche modificare l’equalizzazione a vostro piacimento sul software G Hub in dotazione. La perdita è minima e non dovrebbe disturbare gli altri. Per quanto riguarda l’isolamento acustico, il feedback è misto. Questo set non ha una cancellazione attiva del rumore e, a quanto pare, non tutti gli utenti ottengono un risultato ottimale. È qualcosa a cui prestare attenzione se avete la testa grande o indossate gli occhiali.

La qualità della registrazione vocale è impressionante; nei test, questo set è stato lodato per la sua rappresentazione vocale chiara, naturale e corposa. Inoltre, G Pro X ha eccezionali capacità di cancellazione del rumore. Nelle registrazioni, la voce era facile da distinguere anche in ambienti molto rumorosi. E la parte migliore è che il software di accompagnamento consente un controllo sfumato su come suona la vostra voce. Ci sono molte regolazioni, tra cui EQ, sidetone, riduzione del rumore, limitatore e così via.

Per quanto riguarda gli svantaggi, alcuni utenti riferiscono di trovare la nostra prima scelta HyperX Cloud Alpha leggermente più comoda e più regolabile rispetto alla G Pro X, ma entrambe le cuffie possono essere indossate per ore senza problemi. Alcuni giocatori preferiscono anche bassi più chiari; questo dipenderà molto dalla vestibilità e dalla possibilità di utilizzare le opzioni di personalizzazione (disponibili solo su PC). Infine, questo set non è tra i più economici, anche se troviamo che il suo software e la qualità complessiva si avvicinano ai modelli più costosi. Per coloro che non hanno bisogno del suono surround virtuale e della personalizzazione, c’è la versione Logitech G Pro, che è più conveniente.

Specifiche

  • Tipologia: Con cavo (2 m)
  • Padiglioni auricolari: Chiusi
  • Dimensioni driver: 50 mm
  • Frequenza di risposta: 20 Hz – 20 000 Hz
  • Suono surround: Sì (virtuale)
  • Peso: 320 g

 

Controlla il prezzo


Astro Gaming A40 TR

Astro Gaming A40 TR
Il migliore per i giocatori professionisti

Pro

  • Eccellente qualità del suono con opzioni di personalizzazione
  • Buon comfort e vestibilità regolabile
  • Eccellente qualità di registrazione vocale con opzioni di personalizzazione
  • Design robusto, duraturo e di classe
  • Il microfono è staccabile e sostituibile

Contro

  • Scarso isolamento acustico dovuto al design aperto
  • È necessario acquistare un MixAmp aggiuntivo per il suono surround e le opzioni EQ
  • Costose, soprattutto con MixAmp e Mod Kit

Recensione

Astro Gaming A40 TR sono delle cuffie cablate di fascia alta per i giocatori che desiderano il massimo comfort, qualità del suono e opzioni di personalizzazione. Non sorprende che anche il costo sia elevato, soprattutto se si acquista anche il MixAmp di accompagnamento (per godersi il Dolby surround) e altri accessori.

Innegabilmente, le Astro Gaming A40 TR hanno un aspetto lussuoso. I cuscinetti sono massicci, ben imbottiti e si adattano comodamente anche alle orecchie più grandi. Sono ricoperti da un panno in microfibra che risulta piacevolmente morbido. I montanti in alluminio sui lati non solo hanno un aspetto chic rispetto alla plastica, ma offrono anche possibilità di regolazione per ottenere la vestibilità perfetta. Troviamo un po’ strano che l’archetto abbia una parte centrale in plastica (considerando che anche i modelli più economici usano il metallo), ma ci sembra comunque abbastanza robusto e sembra più flessibile. Il microfono non è solo staccabile e pieghevole; potrete anche scambiarlo tra un lato e l’altro, a seconda delle preferenze personali.

Come ci si aspetterebbe da cuffie di questo prezzo, le A40 TR suonano alla grande. I bassi sono ricchi ma non travolgenti; i medi sono chiari e precisi e gli acuti sono sufficientemente dettagliati. Inoltre, il suono sembra più naturale grazie al design aperto. Va però detto che queste cuffie non sono l’ideale per ambienti rumorosi, in quanto non isolano come i modelli chiusi.

Sebbene le A40 TR siano compatibili con tutte le console e i dispositivi, per ottenere la migliore esperienza dai vostri giochi vi consigliamo di acquistarle insieme a MixAmp Pro TR. Questo è disponibile in due version ed entrambi funzioneranno con il PC, ma le cuffie blu sono pensate per PS4 e quelle rosse sono compatibili con Xbox. L’amplificatore consente di mixare i canali, godendo del superbo suono Dolby surround e cambiando le preimpostazioni EQ. Il software di supporto consente di creare i propri preset EQ su PC e di regolare il suono del microfono.

La qualità della registrazione vocale è chiara e dettagliata e c’è un’eccellente gestione del rumore. La voce risulta infatti chiaramente distinguibile anche in ambienti rumorosi. Tuttavia, come tutte le cuffie con design aperto, le A40 TR danno il meglio in ambienti tranquilli, poiché c’è più perdita sonora e il microfono potrebbe intercettarla. Per ovviare a ciò, è possibile acquistare un Mod Kit (disponibile in diversi colori) per trasformare il A40 TR in un set chiuso e insonorizzato.

Il più grande svantaggio di queste cuffie è il loro prezzo, soprattutto considerando i costi aggiuntivi di MixAmp e Mod Kit per ottenere un’esperienza di gioco ottimale. Inoltre, le opzioni di personalizzazione possono sembrare difficili per un principiante e sono rivolte ai professionisti che sanno come modificare il suono surround e usarlo a proprio vantaggio nel gioco. Se invece appartenete alla categoria Pro (o intendete entrare a farne parte), le Astro Gaming A40 TR valgono ogni euro. I livelli di comfort e la qualità del suono di questo set non solo offrono un’esperienza unica e coinvolgente, ma possono anche darvi quel piccolo vantaggio necessario per la vittoria in situazioni cruciali.

Se amate tutto delle cuffie A40 a parte quel fastidioso filo, Astro Gaming ha anche un modello wireless altrettanto valido: l’A50. Tuttavia, questo è più costoso dell’A40 TR e del suo MixAmp messi insieme. Il design chiuso di A50 si traduce anche una qualità del suono inferiore (anche se c’è un migliore isolamento acustico).

Specifiche

  • Tipologia: Con cavo (2 m)
  • Padiglioni auricolari: Aperti
  • Dimensioni driver: 40 mm
  • Frequenza di risposta :20 Hz – 20 000 Hz
  • Suono surround: Sì (virtuale)
  • Peso: 369 g

 

Controlla il prezzo


Cuffie da gaming: guida all’acquisto

cuffie da gaming

Il passaggio da un paio di cuffie qualsiasi ad un’attrezzatura da gioco di alta qualità può cambiare totalmente la vostra esperienza. Proverete il piacere di sentire tutto chiaramente, dal fruscio delle foglie alle raffiche di vento a poderose esplosioni e spari. Inoltre, avrete decisamente un vantaggio quando, tra i rumori rimbombanti della battaglia, potrete distinguere il nemico che cerca di sgattaiolare via silenziosamente. Infine, non ci saranno più litigi col vostro partner o coinquilini che non possono più sopportare urla e sparatorie.

Un set da gaming unisce le cuffie con un microfono in un unico dispositivo, offrendo un’esperienza audio accurata e coinvolgente, per ottenere la migliore esperienza di gioco e una rappresentazione vocale chiara per comunicare con i compagni di squadra. Pertanto, quando si acquistano delle cuffie da gaming per la prima volta, le persone spesso trascurano alcuni aspetti come i livelli di comfort, la qualità della costruzione e la compatibilità con vari dispositivi, che possono portare a delusioni.

In questa guida, analizziamo ciascun aspetto passo dopo passo per farvi sentire sicuri del vostro acquisto. Promettiamo anche di decifrare tutta quella terminologia astrusa che accompagna i manuali di istruzioni delle cuffie da gaming.

Comfort e design

Il livello di comfort è l’aspetto più importante di un auricolare di prima qualità. Anche se il suono o il microfono non sono i migliori, potrete comunque continuare a giocare per ore. Ma se le cuffie che indossate sono troppo pesanti, troppo strette o vi fanno sentire troppo caldo, le vostre maratone di gioco del fine settimana saranno rovinate. Sentirsi a proprio agio con un paio di cuffie è fondamentale. Quando acquistate online, assicuratevi che il rivenditore abbia una politica di restituzione. Tuttavia, ci sono alcuni suggerimenti utili che potete prendere in considerazione in anticipo per aumentare le possibilità di trovare un set comodo al primo tentativo.

Consigliamo di concentrarsi su modelli che abbiano un telaio robusto ma facilmente regolabile, imbottiture spesse sulle parti a contatto con le orecchie, pezzi staccabili e design leggero. Ecco perché.

Materiali

Le cuffie più economiche sono interamente realizzate in plastica di bassa qualità che tende a rompersi col tempo. Evitatele: orientatevi piuttosto su delle cuffie da gaming con una struttura in metallo. Le parti in plastica dovrebbero essere resistenti e offrire una certa elasticità. Inoltre, prestate attenzione ai materiali delle parti a contatto con le orecchie. La finta pelle ha un aspetto piacevole e spesso fornisce una migliore tenuta. Ma non è traspirante e può farvi sudare troppo (soprattutto se usate cuffie dal design chiuso). Le cuffie rivestite in tessuto consentono un migliore flusso d’aria, ma la qualità del tessuto stesso influirà sulla loro comodità sulla pelle. Potrebbero anche far entrare più rumore di sottofondo. Alcuni modelli sono dotati di padiglioni sostituibili, consentendo di sceglierli a seconda dell’ambiente di gioco.

Imbottitura

Dal momento che non vorrete di certo che le parti in metallo o in plastica facciano pressione contro la testa o le orecchie per ore, un’imbottitura spessa e di alta qualità è un must per ogni cuffia da gaming. Se non c’è imbottitura sull’archetto, sappiate che non è adatto per un uso prolungato. I set imbottiti con memory foam si adattano alla forma della testa, creando una perfetta tenuta. SteelSeries utilizza un altro approccio; le loro cuffie sono dotate di una fascia regolabile (simile agli occhiali da sci) che consente di trovare la vestibilità perfetta mentre si allenta la pressione dell’archetto.

Dimensioni e regolabilità

Le opzioni di regolazione sono fondamentali per trovare la vestibilità ideale. La maggior parte delle cuffie offrirà una certa flessibilità, ma alcune possono comunque risultare scomode per i giocatori che indossano occhiali o hanno teste più grandi. Alcune cuffie hanno canali speciali per gli occhiali o altre tecnologie che riducono al minimo la pressione sulle montature. Controllare le recensioni degli esperti e degli utenti può aiutarvi a fare la scelta giusta. Anche la dimensione dei padiglioni auricolari è importante. I cuscinetti dovrebbero essere abbastanza grandi da adattarsi comodamente alle orecchie e si solito le cuffie più grandi tendono a adattarsi a più utenti.

Peso

Un set troppo pesante causerà dolori alla testa e/o al collo se indossato per ore. I produttori delle cuffie migliori utilizzano materiali leggeri che consentono di giocare a lungo senza affaticamento. Per questo motivo, i set che consigliamo pesano tutti ben al di sotto dei 400 grammi con il microfono incluso.

Design

Avete intenzione di indossare le nuove cuffie solo durante il gioco? O volete usarle a lavoro, all’università o per strada? Alcuni modelli hanno un design originale con elementi futuristici, colori vivaci o luci a LED, che sono perfetti nel gioco, ma possono attirare gli sguardi in luoghi pubblici. Se desiderate un dispositivo più versatile, scegliete un design neutro con un microfono staccabile.

Parti rimovibili

parti rimovibili cuffie da gaming

Ultimo ma non meno importante, il cavo e il microfono sono le due parti delle cuffie che sono più soggette a usura. Fortunatamente, alcuni modelli consentono di staccarli e cambiarli rapidamente. In caso di danni, questo aspetto può farvi risparmiare un sacco di soldi rispetto alla sostituzione completa del set. Il microfono rimovibile rende anche le cuffie più versatili, in quanto potrete rimuoverlo per guardare un film o ascoltare musica.

Con cavo o wireless?

Il più grande dilemma nella ricerca delle cuffie perfette è se abbandonare o meno il cavo. Ci sono vantaggi e svantaggi significativi per entrambe le opzioni.

Le cuffie da gaming con cavo tendono ad essere meno costose e più semplici da usare. Basta collegarle e il gioco è fatto. Inoltre, non hanno batterie che potrebbero morire a metà battaglia se vi dimenticate di caricarle. E il connettore da 3,5 mm funziona con tutto. Ovviamente, il cavo ha una portata limitata, ma se giocate principalmente alla scrivania non dovreste avere problemi.

Il più grande vantaggio delle cuffie gaming wireless è la libertà di movimento che offrono, e infatti sono i modelli più popolari tra i giocatori. Ad esempio, potrete correre rapidamente in cucina a prendere degli snack senza staccare nulla, e non dovrete nemmeno temere fastidiosi fili aggrovigliati. Tuttavia, un set wireless di prim’ordine vi costerà molto di più di un set con cavo altrettanto valido. Le alternative wireless economiche esistono, ma dovrete rinunciare a qualcosa: potreste avere una qualità del suono inferiore, interferenze con altri dispositivi o una ricarica lunga e noiosa.

Detto questo, le migliori cuffie da gaming wireless risolvono questi problemi. Suonano bene quasi quanto i modelli cablati, soffrono di un minimo ritardo del segnale e di interferenze e sono dotati di batterie sostituibili (o batterie che possono essere caricate durante il gioco). Se acquistate un modello wireless, assicuratevi anche che sia compatibile con i dispositivi che utilizzate.

Compatibilità dell’auricolare

Per semplificarvi le cose, potete (e dovreste) controllare la sezione di compatibilità nella descrizione del prodotto o nella home page, prima di procedere all’acquisto. Le cuffie da gaming sono dotate di diversi tipi di attacchi; questi includono uno standard da 3,5 mm, doppio da 3,5 mm, USB cablato, USB wireless e Bluetooth. Non tutti saranno compatibili con tutte le console e i dispositivi.

Sembra difficile, non è vero? Se acquistate un set cablato con una spina da 3,5 mm, sarete abbastanza sicuri che funzionerà con tutto. Tali auricolari generalmente hanno spine a quattro poli (vedrai tre bande attorno alla spina, che separano quattro sezioni del metallo), che supportano il suono stereo e il microfono.

Tuttavia, in alcuni rari casi, potreste collegare le cuffie e rendervi conto che il microfono non funziona (o funziona, ma il suono è monocorde). Se ciò accade, usate una spina tripolare: a volte sono incluse come opzione extra per gli auricolari wireless. Potete riconoscerle facilmente, poiché ci saranno solo due bande sulla spina, che separano le tre sezioni del metallo.

cuffie da gaming porte audio

Alcuni computer utilizzano jack da 3,5 mm per microfono e porte audio. Questo è il caso in cui avrete bisogno non solo di una spina tripolare ma anche di una doppia connessione da 3,5 mm. La maggior parte delle cuffie cablate ha lo splitter a Y incluso nella confezione per tale scopo; in caso contrario, potete acquistarne uno a buon mercato.

Gli auricolari cablati che utilizzano USB di solito funzionano bene con un PC (e spesso sono dotati di software per la personalizzazione dell’audio e/o del suono surround), ma potrebbero avere problemi di compatibilità con le console. E quando passiamo ai modelli wireless, anche qui le cose sono complicate poiché di solito questi funzionano su Xbox o PlayStation, ma non su entrambe.

Questo succede perché esistono diverse tecnologie per inviare e ricevere dati. Le soluzioni più comuni attualmente sono Bluetooth e radiofrequenza a 2,4 GHz, ma alcune console utilizzano anche il proprio standard proprietario. La RF a 2,4 GHz è considerata più veloce e meno soggetta a latenza rispetto al Bluetooth. Se desiderate un auricolare Bluetooth, cercate il supporto del codec aptX per ottenere le migliori prestazioni.

La buona notizia è che i produttori in genere rilasciano modelli wireless adattati per diverse console: dovrete semplicemente assicurarvi di scegliere quello giusto. Spesso nella confezione sono presenti anche cavi e adattatori, quindi potrete collegare il vostro set a più console e dispositivi, anche se ciò significa porre fine alla libertà che il wireless offre.

Il suono

Ci sono diversi elementi che contribuiscono a dare quel suono assolutamente stupefacente che solo le cuffie di alta qualità offrono. Tuttavia, prima di esplorarli ulteriormente, è necessario sottolineare che la vostra esperienza con un particolare tipo di cuffie da gaming sarà individuale e potrebbe differire dall’esperienza dei vostri amici o di altri utenti. Perché è così? Prima di tutto, ciò che sentite sarà influenzato da quanto bene un particolare set si adatta alla vostra testa (e da quanto bene le cuffie sigillano le vostre orecchie). Inoltre, le opinioni divergono su ciò che potrebbe essere descritto come un ottimo suono. Alcune persone amano i bassi profondi e rombanti, mentre altri preferiscono un profilo sonoro più neutro.

Ad essere sinceri, è probabile che otteniate il miglior audio possibile acquistando separatamente un buon paio di cuffie musicali e un microfono USB. Tuttavia, la maggior parte dei giocatori preferisce la comodità di avere tutto combinato in un unico set. Ecco cosa dovreste sapere per ottenere il miglior suono per il vostro budget ed esigenze di gioco.

Cuffie da gaming aperte o chiuse?

Una delle differenze più evidenti tra le cuffie è se hanno un padiglione sigillato o padiglioni perforati. Le prime vengono chiamate cuffie chiuse, isolano le vostre orecchie dai rumori circostanti e possono fornire un vantaggio in giochi altamente competitivi dove anche il minimo rumore può aiutare ad individuare la posizione dell’avversario. D’altra parte, anche le migliori cuffie chiuse limitano la traspirazione e le orecchie potrebbero sentirsi calde e sudate dopo sessioni prolungate.

Le cuffie aperte, invece, offrono un suono più naturale. Se i giochi che amate hanno colonne sonore molto ricche o se avete un’anima audiofila, questo design potrebbe offrire un’esperienza più piacevole. Le cuffie da gaming aperte hanno anche una migliore traspirazione. Lo svantaggio è che non isolano bene dai rumori ambientali. Inoltre, “perdono” di più rispetto ai modelli chiusi e dunque le altre persone intorno a voi potrebbero sentire i suoni del vostro gioco. In alcuni casi, la perdita può essere così pronunciata che anche il microfono la rileva.

In breve, c’è un motivo per cui esistono entrambi i modelli. Il vostro ambiente di gioco e le vostre preferenze personali determineranno quali siano meglio per voi. Esistono poi alcuni modelli che possono essere trasformati da aperti a chiusi e viceversa.

Specifiche audio

Non è necessario comprendere tutte le specifiche audio per individuare un buon paio di cuffie da gaming. Le specifiche di base che potete facilmente controllare sono le dimensioni del driver e la risposta in frequenza.

La risposta in frequenza definisce la gamma di suoni che una particolare cuffia può riprodurre. Una gamma più ampia indica un suono migliore. Le cuffie da gioco più economiche di solito hanno intervalli inferiori, ad esempio 20-20.000 Hz. Confrontatele con i modelli di fascia alta: la nostra seconda scelta, le SteelSeries Arctis Pro Wireless, vanta ben 10-40.000 Hz. Tuttavia, non basate il vostro acquisto solo su questo criterio, poiché altri fattori possono influenzare notevolmente il modo in cui la gamma di frequenze suona nella realtà.

I driver sono uno di questi fattori. Fondamentalmente, i driver sono il meccanismo all’interno delle cuffie che trasforma i segnali elettrici in onde sonore udibili. Ce ne sono diversi tipi, ma per mantenere le cose sul semplice, dovreste ricordare che i driver più grandi generalmente forniscono un audio migliore. Questo perché i driver più grandi possono spostare più aria, creando una gamma più sfumata e piacevole all’orecchio. Per una cuffia da gaming, puntate a driver di 40 mm o più.

Anche il tipo di driver è importante. I driver magnetici planari generalmente offrono un suono più spazioso e meno distorto, maggiormente apprezzato dagli audiofili. D’altra parte, buoni driver dinamici possono avere bassi più incisivi e pronunciati. A seconda delle vostre preferenze audio e dei giochi che amate, ogni tipologia può avere i suoi vantaggi.

Microfono

microfono

Se volete comunicare con i vostri compagni di gioco, prestate molta attenzione al microfono delle cuffie da gaming prima di acquistare. È qui che la maggior parte delle aziende sceglie di risparmiare. I microfoni di molte cuffie spesso rendono la voce monocorde e piatta, priva di profondità. Nel caso in cui sia necessaria una qualità di registrazione elevata per podcast o scopi simili, sarebbe meglio acquistare un microfono USB separato. Tuttavia, per il puro divertimento dei giochi multiplayer, un buon microfono con auricolare sarà più che adeguato.

La maggior parte delle cuffie utilizza microfoni stile boom. Consigliamo modelli con bracci pieghevoli che consentono un posizionamento più preciso: potreste rimanere sorpresi di come pochi centimetri qua o là possano cambiare il vostro suono. Se il microfono può essere rimosso, questo è un altro vantaggio, poiché tali cuffie sono più versatili.

I buoni microfoni da gioco avranno anche una funzione di cancellazione del rumore per rendere la vostra voce chiara e comprensibile contro i rumori di fondo. Alcuni microfoni più economici possono rimuovere questi ultimi abbastanza bene, ma rendono comunque la voce un po’ troppo artificiale ed elaborata. Le cuffie più costose in genere offrono una rappresentazione vocale migliore e più naturale. Con le cuffie di fascia alta spesso si ottengono microfoni avanzati con software di accompagnamento e impostazioni sfumate per ottimizzare la qualità della registrazione vocale.

Isolamento acustico

Se non vi è possibile giocare in un luogo dove regna assoluto silenzio, è fondamentale acquistare cuffie gaming con un buon isolamento acustico. Esistono due tipologie di isolamento acustico, passivo e attivo. I sistemi passivi di cancellazione del rumore bloccano semplicemente i rumori esterni, ad esempio, creando una tenuta ermetica intorno alle orecchie. Questo è il modo più comune in cui i telefoni da gioco riducono al minimo i suoni di sottofondo indesiderati.

La cancellazione attiva del rumore (abbreviata in ANC) è meno comune nelle cuffie da gioco, ma può essere più efficace in ambienti molto rumorosi. Funziona utilizzando un microfono speciale che registra i suoni ambientali e quindi crea un’onda sonora invertita per annullarli. In questo modo, potrete continuare a giocare senza distrazioni.

Suono stereo vs surround

Infine, dovrete decidere se desiderate un paio di cuffie con audio stereo o surround. Lo stereo utilizza solo due canali audio per produrre il suono, uno per l’orecchio sinistro e uno per il destro. Se desiderate un suono accurato e inalterato acquistare un auricolare stereo di alta qualità è l’opzione migliore. Anche il suono stesso sarà più chiaro e più sfumato, poiché mettere solo due driver in un auricolare significa che questi potranno essere più grandi. E uno stereo di fascia alta può ancora fornire alcuni preziosi spunti sulla posizione degli avversari, soprattutto regolando il volume per dare un’idea della provenienza del suono.

Per quanto riguarda il suono surround, probabilmente troverete numeri come 5.1 o 7.1 nelle specifiche delle cuffie. Cosa vogliono dire? L’autentico suono surround (come nei cinema) si ottiene utilizzando diversi altoparlanti direzionali per fornire un’esperienza audio più coinvolgente. 5.1 significa che ci sono cinque altoparlanti (altoparlante sul davanti, anteriore sinistro, anteriore destro, posteriore sinistro e posteriore destro), insieme a un subwoofer per i bassi. Un suono surround 7.1 aggiunge altri due altoparlanti, situati immediatamente a destra e immediatamente a sinistra.

Esistono due modi principali in cui i produttori cercano di riprodurre la stessa esperienza cinematografica all’interno delle cuffie. Il primo è il cosiddetto vero suono surround, quando diversi driver sono strategicamente posizionati intorno alle orecchie per simulare i suoni provenienti da varie direzioni. Attualmente, tali auricolari sono rari e affatto economici. A seconda di quanti driver vengono utilizzati, possono offrire un suono surround 5.1 o 7.1. I segnali di posizione con un vero suono surround sono straordinariamente chiari e più accurati rispetto ad altre tecnologie. Tuttavia, l’utilizzo di diversi driver significa che questi devono essere relativamente piccoli e il loro audio mancherà di ricchezza rispetto a un buono stereo.

La stragrande maggioranza delle cuffie da gioco che vantano un suono surround utilizza effettivamente quello che viene chiamato suono surround virtuale. Qual è la differenza? In quest’ultimo caso ci sono due driver (proprio come con lo stereo), ma grazie agli effetti acustici high-tech, il cervello viene indotto a credere che il suono provenga da varie direzioni. Ad esempio, per dare l’impressione che il suono provenga dal lato sinistro, verrà riprodotto più forte nell’orecchio sinistro. Nell’orecchio destro, lo stesso suono verrà riprodotto in modo più silenzioso e con un ritardo minuscolo.

La qualità di questa simulazione del suono virtuale dipenderà dagli algoritmi utilizzati e dalla qualità complessiva delle cuffie. Le cuffie economiche di solito hanno un suono surround scadente che rende tutto ovattato. D’altra parte, i migliori marchi di audio surround virtuale, come Dolby Headphone o DTS Headphone: X offrono segnali acustici impressionanti e altamente accurati che possono offrire un vero vantaggio in FPS (sparatutto in prima persona) e altri giochi multiplayer altamente competitivi.

È possibile verificare se un particolare auricolare utilizza il suono surround reale o virtuale nelle specifiche. I set con un vero suono surround avranno varie dimensioni di driver. Se la descrizione menziona il suono surround, ma è elencata solo una dimensione del driver, sarà virtuale.

Conclusioni

Non importa se siete principianti del gioco o gamer pro, questi suggerimenti e consigli vi aiuteranno a trovare le cuffie migliori per le vostre esigenze.

Riteniamo che la maggior parte dei giocatori si troverà bene con le cuffie HyperX Cloud Alpha, che offrono un comfort eccezionale, una qualità audio eccellente e un prezzo ragionevole. Coloro che hanno bisogno di un modello di fascia alta con ampie opzioni di personalizzazione dovrebbero invece acquistare Astro Gaming A40 TR con il suo MixAmp. Infine, SteelSeries Arctis Pro Wireless è la scelta definitiva per coloro che detestano i cavi ma non vogliono compromettere la qualità del suono e la riproduzione illimitata dei modelli cablati.

Dal mormorio del vento al canto degli uccelli alle fortezze che crollano e mondi che esplodono: sarete ad un passo dall’esperienza di gioco migliore della vostra vita.

Clicca per votare questo post!
Totale: 0 Media: 0
Back to top button